CalcioWebPuglia

Taranto nel baratro, la Paganese cala il poker allo “Iacovone”: 0-4

monopolipaganese3
Share

Era stata etichettata come “terra di conquista” dal tecnico del Taranto Salvatore Ciullo. Oggi, la conferma: lo stadio “Erasmo Iacovone” non è più il fortino difficilmente espugnabile che era una volta. Ad avvalorare la tesi giunge il poker calato dalla Paganese ai danni del Taranto tra le mura amiche degli ionici. Un 4-0 che non ammette repliche né polemiche (se non quelle legate ad episodi dubbi) che manda il Taranto sempre più nel baratro dell’ultimo posto in classifica.

Il match si sblocca dopo dieci giri di lancette, quando la Paganese passa in vantaggio grazie al destro a giro scagliato dal limite dell’area da Firenze che trafigge Contini e si insacca all’angolino alto. Al tramonto del primo round, gli ospiti trovano la via del raddoppio, conquistando un calcio di rigore a dir poco dubbio, che causa l’espulsione del difensore rossoblu Di Nicola: sul dischetto si presenta Cicerelli che mira il centro della porta e insacca la rete del 2-0. Nella ripresa, il Taranto recrimina per un fallo di mano nell’area di rigore avversaria non ravvisato dall’arbitro. Al 79′, spazio anche per il 3-0 della Paganese: lo realizza Reginaldo, abile a beffare Contini in uscita. Sul finale di gara, arriva la gioia personale per Parlati, che cala il poker campano e chiude definitivamente i giochi. Anche, probabilmente, quelli riguardanti la salvezza diretta del Taranto.

Alessandro Mazzarino

Share
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com