Simone Simeri, attaccante del Bari, come riportato da tuttobari.com, è intervenuto così dal ritiro di Cascia: “I medici mi stanno dando una mano per rientrare il prima possibile, sto facendo terapia dal venticinque luglio e non ho mai smesso di lavorare: voglio tornare al 100% al più presto possibile. Abbiamo uno staff di persone eccezionali che mi aiutano”.

“Il mio obiettivo era quello di portare il Bari in B, dopo cinque minuti il sogno è svanito a causa dell’infortunio. Non ho più rivisto quella gara, non ricordo neanche come ho subito fallo: ora bisogna guardare avanti. Se non ci fosse stato il Covid avremmo avuto il pubblico con noi, sono convinto che le cose sarebbero andate diversamente”.

“Auteri? Non ho vissuto molto il mister perché ora non sono ancora in gruppo, però vedo che è una persona molto carismatica. Il suo passato parla chiaro, conosco molti attaccanti che hanno giocato con lui e sono sempre arrivati in doppia cifra. Il 2020 non è stato molto positivo, mi son stati rimandati campionato, rinnovo e matrimonio, poi c’è stato anche l’infortunio. Ora voglio riprendermi tutto quello che ho perso”.