Non basta un secondo tempo di grande cuore al Bitonto, col Brindisi è 1-1

220

Non va oltre il pari interno il Bitonto, che si fa bloccare dal Brindisi sull’1-1 nella 26^ giornata del girone H di Serie D: i neroverdi vanno sotto nel primo tempo, poi trovano il pareggio con un calcio di rigore di Patierno in una ripresa giocata alla ricerca di un ribaltone che si è completato solo a metà. Col punto maturato contro i brindisini, il Bitonto resta comunque in testa alla classifica, salendo a quota 55 punti, un punto in più del Foggia. Dietro, scivola il Cerignola, ora a -6, e scavalcato dal Sorrento, a – 5 dai neroverdi. Insomma, ad otto gare dal termine della stagione, sarà lotta serrata fino al 3 maggio per provare a conquistare il sogno chiamato Serie C.
La partita. Rivoluzione nell’undici di partenza per mister Roberto Taurino, che ne cambia quattro rispetto la gara di Taranto: dentro Amelio, Bolognese, Vacca e Foufouè, panchina iniziale per Colella, Biason, Piarulli e Turitto, Bitonto con cinque under in campo. Cambia anche il modulo, con Vacca che si alza sulla trequarti per un 3-4-1-2 che presenta Figliola tra i pali; linea di difesa a tre con Gianfreda – Lomasto – Amelio; a centrocampo, Bolognesee Marsili nel mezzo, Foufouè (al suo esordio dal 1’) e Pierno sulle corsie; Vacca dietro la coppia d’attacco Patierno – Lattanzio.

Subito Bitonto pericoloso dopo due giri di lancette con la punizione alta sopra la traversa non di molto di Marsili, calciata dai ventri metri circa. Risponde il Brindisi sempre con un piazzato, di Marino, dai trenta metri, Figliola si distende alla sua destra e devia in angolo. Ancora ospiti in avanti dopo il quarto d’ora, col colpo di testa di Ianniciello alto sopra la traversa su una punizione dalla trequarti destra. Prova a scuotere i neroverdi Patierno, velenoso il suo tirocross dal lato destro dell’area di rigore, Pizzolato smanaccia in angolo.
Il Brindisi è spavaldo ed aggressivo e al 24’ è pericoloso con Maglie, che riceve una sfera filtrata fortunosamente sulla trequarti, entra in area di rigore, conclusione sul primo palo bloccato da Figliola.
Il Bitonto fa fatica a trovare il guizzo e il Brindisi ne approfitta, passando in vantaggio al 38’: cross dalla destra di Boccadamo, respinge di testa Pierno, al volo Ancorainfila Figliola con una conclusione angolatissima e di pregevole fattura. 0-1.
Ospiti che continuano a spingere con la punizione sempre di Ancora dai venticinque metri, si distende sulla sua destra Figliola e respinge in corner. Ultimo sussulto del primo tempo è di marca neroverde: minuto 44, punizione di Marsili dalla trequarti centrale, Patierno si gira al volo in piena area, palla alta sopra la traversa. Al riposo Bitonto sotto di una rete.
Ripresa. Mister Taurino subito cambia: dentro Turitto, fuori Vacca. Bitonto che rientra con spirito diverso: cross dalla sinistra di Pierno, sponda in area di testa di Foufouè, Patierno difende palla e poi la gira, conclusione alta sopra la traversa. Al 53’ ci prova Amelio da fuori area, palla sul fondo.

Forcing Bitonto, di cuore e carattere. E al 55’ arriva il pari: azione confusa al limite, Lattanzio viene toccato da Dario in area di rigore ed è penalty. Dal dischetto non sbaglia Patierno, che fa 1-1 e venti reti in campionato nel giorno del suo 29esimo compleanno.
Mister Taurino cambia ancora e torna all’antico: dentro Piarulliper Foufouè, riecco il 3-5-2 con Turitto spostato sull’esterno. Il Bitonto preme e costringe il Brindisi all’inferiorità numerica: espulso Capone per doppia ammonizione, ospiti in dieci uomini.
Cerca di sfruttare la superiorità Lattanzio con una punizione dai diciotto metri, para Pizzolato. 61’, ci prova Patierno dalla destra dell’area di rigore, Pizzolato si salva come può
Ancora novità nel centrocampo neroverde: dentro Biason, seppur non al meglio, per Bolognese. Al 70’ ottima occasione per il Bitonto, con Patierno che prova la conclusione, stoppato dalla difesa, invece di servire Biason solo in area in ottima posizione. Ancora neroverdi in avanti: cross di Pierno dalla destra, prova la torsione in area di rigore Patierno, Pizzolato si salva in due tempi. 74’, botta di Marsili dalla distanza, Pizzolato si distende e respinge in angolo. Tre minuti dopo, angolo di Marsili dalla destra, Patierno si gira in area ma conclude sul fondo.
Rimescola le carte del suo Bitonto mister Taurino, che getta nella mischia Montaldi per Lattanzio e Bollinoper Marsili. Ma il Bitonto sbatte sul muro eretto dal Brindisi, a difesa del pareggio. Nei cinque minuti di recupero l’unica occasione è neroverde col cross di Biason dalla trequarti destra, Patierno prova lo stacco di testa tra due avversari che lo ostacolano, palla sul fondo.
Termina qui, il Bitonto compie a metà il tentativo di rimonta. È 1-1, i neroverdi restano primi in classifica. E da domenica dovranno costruire il loro campionato, il loro sogno, partendo proprio da quel punto. A partire dalla insidiosa trasferta del “Capozza” di Casarano.

26^ GIORNATA CAMPIONATO SERIE D – GIRONE H
BITONTO – BRINDISI 1 – 1
Reti: 38’ pt Ancora, 10’ st Patierno (rig)

BITONTO: Figliola, Pierno, Amelio, Marsili (40’ st Bollino), Lomasto, Gianfreda, Vacca (1’ st Turitto), Bolognese (20’ st Biason), Patierno (c), Lattanzio (35’ st Montaldi), Foufouè (13’ st Piarulli).
A disp. Zinfollino, Colella, Terrevoli, Merkaj. All. Taurino

BRINDISI: Pizzolato, Dario, Marangi, D’Ancora, Ianniciello (c), Capone, Boccadamo (45’ st Nocerino), Montinaro (42’ st Merito), Maglie (32’ st Pizzolla), Marino, Ancora.
A disp. Lacirignola, Escu, Balsamà, Nardelli, Cuomo, Dorato. All. Ciullo

Arbitro: Restaldo (Ivrea). Assistenti: Marseglia (Milano) e Petrica Filip (Torino)
Ammoniti: Amelio, Marsili, Biason, Patierno, Turitto (BI), Montinaro, Capone, Pizzolla (BR)
Espulsi: Capone (BR) al 13’ st per doppia ammonizione