Il Lecce di mister Liverani, dopo la bella vittoria ottenuta martedì contro il Verona, non riesce a dare continuità di risultati al “Renzo Barbera” di Palermo uscendo sconfitto dopo una gara in cui non ha certamente demertitato, ma è stato punito dal maggiore cinismo dimostrato dalla formazione palermitana che quest’ oggi ha trovato nel proprio portiere Brignoli un autentico baluardo in grado di fermare i continui assalti dei salentini, risultando determinante in particolar modo nel primo tempo su un tiro di La Mantia deviato sul palo.
A portare in vantaggio i siciliani ci pensa Trajkovski al quarto minuto che batte Vigorito con un diagonale. In apertura di ripresa è Puscas a siglare il raddoppio, che torna al gol casalingo dopo quasi quattro mesi di astinenza. Il Lecce, nonostante il doppio svantaggio, continua a provarci trovando andando però a sbattere sul muro eretto quest’ oggi dal portiere rosanero che però deve capitolare nel recupero quando Tabanelli decide di imitare “Zidane” e al volo sigla un eurogol, che però risulterà solo come rete della bandiera per i giallorossi.
Nonostante la sconfitta il Lecce ha dimostrato ancora una volta di potersela giocare con tutti fino alla fine e questo non può che essere un segnale positivo anche in vista del derby di sabato prossimo contro il Foggia dell’ ex tecnico Padalino che ci auguriamo tutti possa essere disputato anche alla presenza dei tifosi ospiti.

Danilo Sandalo