Il Gravina era chiamato a trovare un risultato positivo dopo lo stop interno contro il Bitonto, ma al Giradu si impone il Savoia. I gialloblù escono sconfitti dalla contesa con rimpianti soprattutto nel primo tempo, presentandosi con una formazione rimaneggiata (out per squalifica Chiaradia e Mbida) e con Caponero infortunato (in settimana anche gli addii di Croce, Agodirin e Riccio). In campo il 4-3-3 con Vicino in porta, la novità Lenoci in tandem difensivo con Romeo e in attacco Santoro supportato da Angelo e Mady.

Il match inizia coi locali che detengono il pallino del gioco e i gravinesi ad operare di rimessa. Eppure la prima, clamorosa palla gol è per Santoro che in contropiede si ritrova a tu per tu con Savini con quest’ultimo che di piede blocca la strada all’attaccante foggiano. La replica dei campani giunge alla mezz’ora esatta con l’ex capitano gialloblù Cacace che di testa mette di pochissimo alto. Ma lo stesso difensore campano nell’azione successiva si dimentica di Santoro e quest’ultimo fallisce ancora clamorosamente la seconda palla gol di giornata. Al 34′ il vantaggio del Savoia: l’arbitro “vede” un fallo di mano di Romeo (ammonito nella circostanza) e accorda il penalty che Del Sorbo realizza spiazzando Vicino. Dopo due timidi tentativi per parte (Angelo di testa al 39′ e la botta di Alvino alta al 41′), il Savoia immeritatamente trova addirittura il 2-0 con il contropiede di Nives finalizzato al 43′. Col doppio vantaggio si chiude la prima frazione.

Nella ripresa Loseto manda subito in campo Guida per uno spento Mady. Nonostante il passivo, la FBC non demorde e crea subito occasioni di rilievo con Correnti, Guadalupi e Nigro nei primi dieci minuti, ma senza fortune. Al 26′ i padroni di casa trovano invece la terza marcatura, questa volta con Ausiello che sfrutta delle incertezze della retroguardia gialloblù. Al 35′ finalmente Santoro realizza la marcatura con un bel gol in pallonetto ancora su una veloce ripartenza. La rete rende meno pesante il passivo al Giraud e aumenta i rimpianti per quanto di buono costruito nel primo tempo e non finalizzato.

Il Gravina è chiamato ad una reazione di orgoglio domenica prossima in casa al Vicino contro il Gragnano.

SAVOIA – FBC GRAVINA 3-1

SAVOIA: Savini, Nives, Esposito, Gatto, Cacace, Poziello, Alvino (dal 37′ st Tedesco), Ausiello (dal 45′ st Franzese), Del Sorbo (dal 26′ st Ortiz), D’Ancora (dal 30′ Guastamacchia), Rekik (dal 20′ Maranzino). All. Squillante. A disp: Buono, Marino, Felici, Del Prete.

FBC GRAVINA: Vicino, Dentamaro (dal 15′ st Degiglio), Tarantino, Romeo, Guadalupi (dal 20′ Diarra), Lenoci, Angelo, Nigro, Santoro, Mady (dal 1′ st Guida), Correnti (dal 15′ st Dininno). All. Loseto. A disp: Loliva, Ceglie, Nasif, Marchese, Mazzilli.

MARCATORI: Del Sorbo (34′ pt rig.), Nives (43′ pt), Ausiello (26′ st), Santoro (35′ st)

AMMONITI: Mady (20′ pt), Romeo (34′ pt), Del Sorbo (5′ st)

NOTE: 1,000 spettatori presenti circa di cui una cinquantina da Gravina. Recupero: 0′ pt, 5′ st