Ottimo pareggio per il Foggia in casa dell’ex capolista del campionato. Tre brividi nel finale per i rosanero con Iemmello e compagni che possono recriminare per una vittoria sfumata

Dopo 7 minuti di recupero entrambe le squadre vanno negli spogliatoi e la sensazione, a dispetto delle previsioni della vigilia e di quanto visto nel primo tempo, è che a recriminare debba essere il Foggia di Padalino. Termina 0-0 la gara tra siciliani e pugliesi, ma nel finale il Foggia registra 3 grandissime occasioni per sbloccare il match.

Partiamo dal principio e da un primo tempo in cui il Palermo gioca meglio e prova a fare la gara con una buona occasione già dopo pochi secondi con Falletti. Ma i rosanero non sono incisivi e non ci sono grandissime emozioni per i padroni di casa.

Tant’è che al 18′ Gerbo, con un cross basso e soprattutto Galano, al 22′, fanno venire i brividi ai siciliani. Il numero 18 rossonero fallisce un “tu per tu” con il portiere avversario, tradito da una zolla che gli alza la palla al momento del calcio.

Haas e Murawski ci provano dalla distanza senza fortuna, poi grande occasione anche per i palermitani, con Trajkovski che impegna l’esordiente Leali a terra. Allo scadere della prima frazione, su angolo di Trajkovski, Bellusci colpisce bene di testa trovando ancora il portiere rossonero, poi non riesce il tap-in a Szyminski.

Nel secondo tempo esce bene il Foggia, che prende campo, anche se le prime occasioni sono per Falletti, ma la sua mira è imprecisa e i suoi tiri alti in ben due occasioni consecutive al 54′.

Al 57′ è Iemmello ad avere una buona chance, ma il suo colpo di testa su cross di Ranieri è deviato in angolo da Brignoli. Puscas al 79′ in girata calcia alto, poi è Leali che evita il gol al rumeno con un tuffo esemplare all’82’. E si arriva al finale già citato in precedenza. Palermo tutto in avanti non pago del pareggio e Foggia che mostra la propria arma migliore, il contropiede. Errore di Bellusci su cross dalla destra e Galano calcia decisamente al lato al 92′; contropiede innescato dallo stesso Galano, con Iemmello che trova un super Brignoli in respinta al 93′; ancora Iemmello, assistito nuovamente da Galano, che calcia a giro sul primo palo, con palla di poco fuori al 96′. La gara termina con queste 3 limpide occasioni che il Foggia non riesce a sfruttare ma, tutto sommato, i rossoneri escono bene dalla gara contro il Palermo che, di contro, non controbatte al Brescia (1-5 a Pescara ieri) e perde la testa della classifica dopo svariati mesi.

Fabio Lattuchella