Dopo la sesta sconfitta casalinga, 1 a 2 per il Canosa, la Rinascita Rutiglianese esonera il tecnico Stefano Colucci, quest’ultimo subentrato ad Angelo Corti nel corso del girone di andata e affida la guida tecnica, per le restanti nove partite, all’esperto Vito Castelletti. Con questo terzo cambio in panchina, il Presidente Saffi e il Ds Sanapo, tentano di salvare una stagione nata male e proseguita peggio. Dopo la ventunesima giornata. infatti, la Rutiglianese occupa la quint’ultima posizione in classifica con 21 punti a più nove sull’Apricena e quindi in zona sicurezza, ma a preoccupare i granata sono il Norba Conversano (20) e il Don Uva Bisceglie (19), entrambe con buone possibilità di sorpasso. Tocca a Vito Castelletti risollevare il morale dell’ambiente nonostante le prossime due consecutive e proibitive trasferte,che vedrà la Rutiglianese impegnata prima sul campo del Manfredonia e nel successivo turno a Stornara con il Real Siti. Il duo Saffi, Sanapo, sono sicuri di essersi affidati a “mani” sicure. Vito Castellettti il calcio dillettantistico lo conosce molto bene. Da portiere ha difeso i pali di Cerignola, Bitonto, Trani (serie C ), Matera, Ostuni e Termoli.

Da allenatore è partito dal settore giovanile con l’Aurora Bari, successivamente dopo aver fatto da secondo a Mister Pizzulli a Bitonto, è passato ad allenare il Putignano (finale play off Promozione), Mola, Noicattaro e Corato in Eccellenza.

In serata, sotto una pioggia torrenziale, Castelletti ha diretto il suo primo allenamento.

Mimmo De Gregorio xcalciowebpuglia

( Riproduzione vietata)