L’Asd San Marco del presidente Aniello Calabrese batte il malcapitato Bitritto per tre reti a uno.
Una fantastica giornata primaverile e una cornice di pubblico di ben altre categorie hanno impreziosito una gara archiviata già nei primi quarantacinque minuti.
Vittoria cercata fin dalle prime battute e presto ottenuta grazie alla doppietta del giovanissimo Viola intervallata dal solito bomber Salerno, sempre più capocannoniere del campionato.

PRIMO TEMPO
Mister Iannacone deve rinunciare a Coco squalificato, ma ritrova capitan Ferrantino e proprio quest’ultimo, dopo pochissimi giri di lancetta, salta due avversari e prova la gran botta che si stampa sulla traversa. Ancora capitan Ferrantino entra in area dopo una straordinaria azione sull’asse Quaresimale – Augelli e calcia di poco al lato. Al decimo corner di Quaresimale per bomber Salerno che di testa manda al lato.
Ottimo l’approccio dei nostri celeste granata che in pochi minuti schiacciano nella propria metà campo un generoso Bitritto. Al diciassettesimo Quaresimale lavora bene una palla per Quitadamo il quale salta il diretto avversario e pennella per il giovane talento Viola che al volo insacca per il meritato vantaggio.
Dopo due minuti Quitadamo serve la palla del raddoppio a bomber Salerno il cui tiro viene respinto dal portiere ospite migliore in campo. Al venticinquesimo gli ospiti si affacciano dalle parti di Pelitti che non si lascia sorprendere da una velenosa punizione. Al quarantesimo bomber Salerno raddoppia di testa su corner di Quaresimale. Dopo due minuti Quitadamo lancia millimetricamente Viola che anticipa il portiere e porta a tre le reti di vantaggio. Allo scadere della prima frazione mister Iannacone su punizione pesca bomber Salerno che al volo calcia debolmente tra le mani del portiere.
Termina così il primo tempo con i ragazzi del Dg Luciano Natale devastanti e incontenibili.

SECONDO TEMPO
Mister Iannacone lascia Quaresimale acciaccato negli spogliatoi e schiera l’ottimo Cristofaro in mediana. Il motivo della gara non cambia con De Cesare, Fiorentino e soci a fare la gara e gli ospiti a cercare di contenere.
Al quindicesimo il Bitritto inaspettatamente accorcia le distanze su penalty accordato generosamente dal direttore di gara.
Dopo un minuto bomber Salerno servito da capitan Ferrantino ci prova in diagonale costringendo l’estremo difensore a deviare in corner. Al ventesimo incursione in area di Fiorentino che calcia in porta da posizione defilata mandando al lato.
Dopo cinque minuti gran colpo di tacco di Solimando su cross di Augelli che viene parato dal portiere. Al trentesimo Quitadamo supera il diretto avversario e scarica per Nardella il cui tiro smorzato da un difensore viene respinto dal portiere sui piedi di Solimando che calcia, ma il portiere respinge ancora compiendo un secondo grande intervento.
Al quarantesimo De Cesare manda al lato di testa il corner di Quitadamo.
Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro decreterà la fine della gara.
Vittoria da prima della classe per l’Asd San Marco che rende semplice una gara che racchiudeva alcune insidie.
Primo posto consolidato e ristabilito anche il miglior attacco oltre che ad aver confermato la miglior difesa del campionato. Con questi numeri sognare si può.
Tripudio di applausi a fine gara dei circa 800 supporters celeste granata che la Società Asd San Marco ringrazia per aver colorato e riempito il “Tonino Parisi”.

Le parole del presidente Aniello Calabrese: “Un primo tempo di grandissimo livello. Tre gol e giocate di eccelsa qualità. Abbiamo reso abbastanza facile una gara che, come tutte le partite, poteva racchiudere delle insidie. Sono fiero di aver visto tantissima gente al campo e spero di ritrovarmeli anche in trasferta perchè in queste cinque gare finali avremo bisogno di tutti per scrivere gli ultimi capitoli della nostra incredibile storia.
Organizzeremo i pullman per Noicattaro, da domani ne saprete di più”.
Mister Iannacone a fine gara: “I ragazzi hanno fatto un tempo straordinario guadagnando il triplo vantaggio. Nel secondo tempo abbiamo pensato a gestire il vantaggio dando la possibilità ad alcuni ragazzi di rifiatare. Risultato mai in discussione. Va bene così”.