Quadrata, ordinata, ma velenosa al punto giusto. La prima della Turris al Liguori, che torna ad ospitare una gara di serie C a distanza di 19 anni, sorride ai corallini, che si impongono sulla Virtus Francavilla grazie una rete pregevole di Luca Giannonealla mezz’ora del primo tempo. Gara tatticamente impeccabile da parte degli uomini di Fabiano, che con un assetto compatto inibiscono gli elementi sulla carta più pericolosi degli ospiti, su tutti Perez, e colpiscono con una magia del fantasista ex Catanzaro. L’ELEMENTO CHIAVE: Seppur privi di Longo, i corallini adottano un atteggiamento propositivo, senza intaccare l’equilibrio: Fabiano schiera i suoi con un 4-3-1-2 asimmetrico nel reparto avanzato, dove Romano gioca un ruolo chiave, facendo sia da raccordo tra centrocampo ed attacco nelle vesti di trequartista, sia dettando il pressing iniziale sui tre centrali difensivi del Francavilla, accompagnato da Persano e Giannone. In questo modo la squadra risulta corta, con le giuste distanze tra i reparti, ed il baricentro resta alto grazie all’utile lavoro sporco di Persano, abile nel districarsi spalle alla porta. VIRTUS IMBRIGLIATA: La Virtus risulta presto imbrigliata dall’atteggiamento dei biancorossi e fatica ad accendersi, mentre la Turris trova delle fiammate che la rendono pericolosa in più di un’occasione. Romano agisce da zanzara fastidiosa sui portatori di palla avversari e al 27’ mette Giannone in condizione di siglare il vantaggio corallino, con una bordata dal limite che si insacca nell’angolino. I corallini giovano anche della presenza del doppio play in mediana: la presenza di Franco, infatti, permette un doppio scarico da parte dei difensori, senza concentrare tutto il gioco nei piedi di Signorelli. Col passare dei minuti è proprio l’ex Gragnano a salire in cattedra, sfornando una prestazione mostruosa a tutto campo, mix di quantità e qualità. La reazione della Virtus dopo lo svantaggio è molto modesta, con il duo Perez-Ekuban che viene annullato dalla coppia Rainone-Di Nunzio, che mostra un’intesa già invidiabile. Nel corso del match la Virtus si rende veramente pericolosa in tre azioni, le prime due sventate dagli ottimi riflessi di Abagnale, l’ultima in pieno recupero, quando Carella spedisce alle stelle da ottima posizione. Nel mezzo la Turris prova a colpire negli spazi con il neo entrato Pandolfi, ma acquisisce ulteriore fosforo in mediana con l’ingresso del neo arrivato Tascone. Il fischio finale legittima una prestazione intelligente da parte del team di Fabiano, che inizia il cammino nel migliore dei modi. (Di Vincenzo Piergallino, tuttoturris.com)

TURRIS-VIRTUS FRANCAVILLA 1-0
Reti: 28’ Giannone

TURRIS: Abagnale, Esempio, Loreto, Rainone, Di Nunzio (46’ Lorenzini), Fabiano (58’ Tascone), Franco, Signorelli, Romano (80’ Brandi), Giannone (80’ Da Dalt), Persano (68’ Pandolfi). A disp. Lonoce, Esposito, D’Ignazio, Sandomenico, Marchese, D’Oriano. All. Fabiano

VIRTUS FRANCAVILLA: Crispino, Zenuni (84’ Carella), Celli (91’ Buglia), Castorani, Giannotti, Perez, Delvino, Franco (70’ Mastropietro), Caporale, Ekuban, Nunzella. A disp. Costa, Pino, Sparandeo, Tchetchoua, Calcagno. All. Trocini

Arbitro: Roberto Lovison di Padova. Assistenti: Stefano Franco di Padova-Alessandro Munerati di Rovigo-Federico Longo (Paola).

Ammoniti: Tascone (T) Zenuni, Franco, Mastropietro (F)

Recupero: 2’pt, 3’pt.