L’Ostuni ha nelle proprie fila under di qualità, schierati non solo per adempiere ad obblighi regolamentari ma sopra tutto per le loro qualità tecniche. Tra questi c’è Giuseppe Convertini estremo difensore della squadra gialloblù, assoluto protagonista nella partita casalinga contro il Maglie.

Giuseppe, fai un’analisi della partita di domenica contro il Manduria?
“Contro il Manduria è stata una partita difficile, sopra tutto nel primo tempo per il vento, nella ripresa siamo scesi in campo più convinti e con un pò di vento a favore abbiamo giocato meglio ma potevamo fare di più. Forse le critiche del post partita sono state ingenerose perché eravamo reduci dalla partita di coppa e a centrocampo ci mancava Molfetta e dopo qualche minuto è uscito anche Leggiero
Come giudichi le prime nove giornate dell’Ostuni?
“Il campionato non è iniziato benissimo per noi, a Racale abbiamo subito una batosta, ma sono convinto che se giocassimo oggi quella partita il risultato sarebbe sicuramente diverso. Dopo quella partita con il lavoro di Mister Serio il gruppo di ragazzi è diventata una squadra e siamo pronti a giocarcela fino alla fine”
Quali sono gli obiettivi di questa squadra ed i tuoi?
“Punto e puntiamo a far benissimo con la maglia dell’Ostuni affinché questa città possa ritornare nel calcio che conta e l’Eccellenza è la porta d’accesso a quel calcio. Per il mio futuro è ancora troppo presto ora sono focalizzato su questo campionato e sulle sorti dei gialloblù”

Giuseppe Convertini, classe 2000, dopo la trafila delle giovanili nel Monopoli quest’anno è approdato alla corte di Mister Serio.

Angelo Cavallo