La Rutiglianese batte il Capurso (3-1) col brivido e si porta a +3 sulla zona play-out

312

Un primo tempo da dimenticare o quasi, una ripresa intraprendente e, dopo il triplice fischio, tre punti di vitale importanza. I primi nell’anno nuovo. La Rinascita Rutiglianese supera in rimonta il Capurso, per 3 a 1, salendo a quota 20 punti in graduatoria, ergo a +3 sulla zona rossa. Il vantaggio del capursese Labianca, giunto al ventesimo del primo tempo, è stato vanificato dai sigilli di Ferro M., Ingredda e Valenzano.

Colucci deve rinunciare agli squalificati Gernone e Gentile: difesa obbligata con Partipilo e D’Addiego al centro, Tanzella e Lorusso sulle corsie. In avanti spazio alla coppia Ferro M. – Ingredda. Il primo squillo dell’incontro è di marca granata: Vernice salta un paio di avversari sull’out di destra e apparecchia per Deflorio che, di prima intenzione, non inquadra lo specchio. Al 10′ Ingredda scatta sul filo del fuorigioco e si presenta a tu per tu con Portoghese: il suo diagonale, però, si stampa incredibilmente sul palo a causa di un rimbalzo beffardo. Il Capurso si fa vivo al 13′ con la punizione di Carella ma, un minuto più tardi, Vernice ha una buona chance sugli sviluppi di angolo: il colpo di testa del centrocampista si spegne sul fondo. Al 20′ gli ospiti sbloccano l’incontro con Labianca che, dalla distanza, pesca il jolly con una volèè che non lascia scampo ad Addante. Lo 0-1 gela il “Comunale” che, al 23′, tira un sospiro di sollievo allorquando il colpo di testa in mischia di Mastrogiacomo colpisce il palo ad Addante battuto. Il Capurso prende fiducia e, a cavallo tra il 31′ e il 34′, sfiora il bis – in ambe le circostanze su calcio piazzato – con Labianca e Crudele. Nell’ultimo dei tre minuti di recupero, Vernice ci prova di controbalzo ma Portoghese si distende in angolo.

Un’istantanea della gara

Nella ripresa, la Rutiglianese parte col piede premuto sull’acceleratore. Al 53′ Mirko Ferro, imbeccato in area, si gira in un fazzoletto e, in diagonale, trafigge Portoghese per l’1-1. Passano soli sei minuti e i granata completano la rimonta: Mirko Ferro si beve Di Pietro col tacco e apparecchia per Ingredda che, da posizione ottimale, non sbaglia. Padroni di casa avanti 2-1. Al 64′ ancora Ingredda flirta col bis ma la sua conclusione è smorzata dal terreno di gioco. La reazione del Capurso è affidata a Labianca che, dalla distanza, calcia mancando di poco lo specchio. Colucci inserisce Iurlo e Valenzano per Leti e Deflorio. A dieci dal novantesimo, Vernice prova a chiudere i conti ma il suo tiro è centrale. Sessanta secondi dopo, Ingredda verticalizza per Mirko Ferro che, in corsa, calcia trovando la puntuale opposizione di Portoghese col piede perno. Gli uomini di Filannino ci provano con la punizione di Carella ma Addante respinge con i pugni. L’occasione ospite scuote la Rutiglianese che, nel recupero, cerca con insistenza il tris. Ferro M. sciupa da pochi passi; Ingredda – dal limite dell’area – imprime troppo effetto alla propria conclusione. Al terzo tentativo, i padroni di casa siglano il 3-1 con Luca Valenzano (2002) che, partendo dalla tre quarti, mette il turbo, salta gli avversari come birilli e piazza la sfera in buca d’angolo.

RINASCITA RUTIGLIANESE – F.C. CAPURSO 3-1
20′ p.t. Labianca (CA), 8′ s.t. Ferro M. (RR), 14′ Ingredda (RR), 48′ Valenzano (RR)

RUTIGLIANESE: Addante, Tanzella, Lorusso, D’Addiego, Partipilo, Deflorio (dal 31′ s.t. Valenzano), Leti (dal 23′ s.t. Iurlo), Vernice, Ingredda, Dipierro, Ferro M. – all. Colucci

CAPURSO: Portoghese, Crudele, Strippoli (dal 23′ s.t. Gravina), Labianca, Di Pietro, Facchino, Laci (dal 31′ s.t. Corvasce), Mastrogiacomo, Bux, Carella, Lepore – all. Filannino

ARBITRO: Sig.ra Giulia Montrone della sezione di Bari

AMMONITI: Strippoli (CA), Lorusso (RR)
ANGOLI: 8-2 / 5-0
RECUPERO: +3 / +4