( L’ immagine di copertina è tratta dal sito ufficiale dell’ US Lecce )

Ancora una sconfitta per il Lecce che a Sassuolo, contro i neroverdi allenati da Roberto De Zerbi, subisce un passivo di 4 reti a 2. Una partita che comincia malissimo per gli uomini di Liverani che dopo appena cinque minuti sono già sotto di un gol grazie alla marcatura di Ciccio Caputo, lasciato inspiegabilmente solo dalla retroguardia giallorossa. Il Lecce però non si perde d’ animo e pian pianino sale in cattedra trovando il gol del pareggio con Lucioni che su azione da calcio d’ angolo batte Consigli.
Nel secondo tempo il Sassuolo passa nuovamente con Berardi su rigore, ma solo quattro minuti più tardi il Lecce riesce a pareggiare grazie a un penalty trasformato dal nuovo entrato Marco Mancosu.
A questo punto il Lecce ci prova ma su azione di contropiede è Boga a siglare il 3-2 al 78′ minuto, mentre quattro minuti più tardi è Muldur a fissare il risultato sul 4-2 finale.
Una risultato pesante per i giallorossi che rispetto alle partite precedenti hanno dimostrato più vitalità, ma nello stesso tempo una gracilità difensiva che è stata il tallone d’ achille di tutto il campionato.
Salvarsi per gli uomini di Liverani rimane sicuramente un obiettivo raggiungibile a patto che si inizino a fare punti. Davanti al Lecce ci sono squadre che soffrono e sembrano essere in un tunnel che non conosce via d’ uscita ma se non si fanno punti sarà molto difficile pensare di raggiungere il traguardo della permanenza in Serie A.

Danilo Sandalo