Arriva il primo punto per il Portici. Un punto importantissimo arrivato sul campo del San Ciro e con una squadra di alto tasso tecnico. Tra le mura dei vesuviani arriva, infatti, il Casarano di Vincenzo Feola, che prima con Sansone e poi con Rodriguez mette a segno i due gol che decidono le marcature salentine. Per gli uomini di Panico, invece, ci pensano Carnevale e Maione.

IL MATCH – E’ subito doccia fredda per gli azzurri di Mimmo Panico, che al secondo minuto subiscono il gol del vantaggio delle serpi. E’ Sansone a siglare la prima marcatura di giornata. Il Portici, però, non tarda a reagire e nonostante il potenziale offensivo degli ospiti provano ad alzare il baricentro. Già al 10′ infatti, la squadra di casa prova a pungere la porta difesa da Guido, con D’Acunto servito da Nappo, che suo malgrado non arriva puntuale sul suggerimento del compagno. Scalda il piede anche Maione, con un tentativo prima al quarto d’ora di gioco e poi al 17′ quando, però, tenta il tiro, ma la respinta va a finire sui piedi di Carnevale che di buona lena mette alle spalle del portiere caseranese. Sempre Carnevale, galvanizzato dal gol del pareggio, prova a rimontare il risultato al 21′, in seguito ad una triangolazione con Illuminato e Greco, tiro largo per lui e nessun problema per il Casarano. Gli ospiti arginano gli avversari e ripartono, cercando di non allargare le maglie delle catene. Ci prima ancora Sansone su contropiede rossoblù, ma il tiro è largo. Poco dopo è Tascone che prova a infastidire l’estremo avversario, sugli sviluppi di un corner, ma tarda l’appuntamento con la sfera. Al 33′ è Favetta a provare l’imbucata vincente, bravo Schaper a deviare in angolo. Il match è acceso e le squadre si allungano non accontentandosi del pareggio. Infatti il Portici risponde alle offensive avversarie sfiorando il gol al 43′ ancora con Maione, particolarmente ispirato.

Non cambia il risultato nel primo tempo e tarda a cambiare anche nella ripresa. Il match si gioca sulla falsa riga del primo tempo. Al 53′ arriva il primo importante squillo del Casarano nella seconda metà dell’incontro. Ancora Sansone, che questa volta non beffa Scheaper, pronto alla respinta nell’angolino. Il Portici prova a fermare con le maniere forti il Casarano, che dal canto suo, prova a tornare in vantaggio. Duri gli uomini di Panico, che regalano vai calci di punizione agli avversari. La squadra di casa con il passare dei minuti, infatti, prova ad abbassare il baricentro, affidandosi ai contropiedi, cercando di mantenere in tasca il punto prezioso virtualmente guadagnato. Proprio da una ripartenza nasce l’azione del momentaneo vantaggio vesuviano. Ci pensa ancora Maione che questa volta trova il gol. Alza subito i giri il Casarano, che nel giro di pochi minuti trova il pareggio da calcio di rigore per atterramento di Atteo, ex di turno, da parte di Donnarumma. Dal dischetto va Rodriguez che non sbaglia. Prova a farsi vedere anche El Ouzni nei minuti finali, ma non riesce ad arrivare in tempo sul pallone servito da Mincica. Pressing finale per il Portici, che prova anche con Sorrentino a raddrizzare nuovamente il risultato portandolo dalla propria, ma il risultato non cambia più.

Il Portici trova il primo punto e ferma un ottimo Casarano.

PORTICI – CASARANO 2-2
Reti: 2’ Sansone (C), 17’ Carnevale (P), 70’ Maione (P), 75 Rodriguez rig. (C)

Portici: Schaeper, Vitiello, Donnarumma, Nappo, Arpino (dal 85’ Avella), Savarise, Carnevale (dal 71’ Sorrentino G.), Illuminato (dal 80 Del Gaudio), Maione, Grieco (dal 58’ Marigliano), D’Acunto(dal 66’ De Luca). All. Panico
A disp. Santangelo, Mazza, De Martino, Sorrentino E.

Casarano: Guido, Onda, Pedicone, Tascone (dal 71’ Negro), Longhi, Mattera, Giacomarro (dal 72’ Atteo), Bruno, Rodriguez, Sansone (dal 65’ Mincica), Favetta (dal 55’ El Ouazni). All. Feola.
A disp. Guarnieri, Pagliai, Atteo, D’Andria, Galfano, Feola, Negro.

Arbitro: Tartarone di Frosinone

Ammoniti: 39’ Sansone (C) 52’ Grieco (P), 54’ Rodriguez (C) 82’ El Ouazni (C) 88’ Donnarumma (P)

Espulsi: nessuno

recuperi: 0′ pt; 5′ st.