CalcioWebPuglia

Il punto sulla Promozione girone A, tredicesima giornata

mart-fort
Share

Non si arresta l’avanzata della capolista Fortis Altamura, vittorioso nel big match di Martina, mentre alle spalle è consueta bagarre dopo il pari del Mola e le vittorie di Audace Barletta, Ginosa e Terlizzi.

Match combattuto e ricco di colpi di scena al “Pergolo”, dove il Martina manca l’aggancio alle prime della classe dopo il ko subito da parte della capolista Fortis Altamura, abile a ribaltare la contesa nei minuti finali. Eppure per i padroni di casa match in discesa con la rete di Leggieri che devia in rete dopo la spizzata di Birtolo. Alla mezzora dopo un buon Martina, il pareggio con Abrescia, che realizza dopo un cross di Casale. Ma è rocambolesco il nuovo vantaggio di casa, con una sfortunata deviazione di Dispoto nella propria porta che sorprende Giannuzzi su traversone di Cristofaro. Poi a cavallo dell mezzora dell ripresa, la Fortis ribalta la contesa con due disattenzioni difensive: prima è il neo entrato De Vito lasciato solo a battere Costantino da due passi su rilancio dalle retrovie, poi De Seta colpisce facile da calcio d’angolo per una incredibile rimonta che lancia gli altamurani a quattro punti di vantaggio sulla seconda.

Termina con un pari a reti bianche la sfida di Noicattaro tra i ragazzi di mister Buccolieri e la vice capolista Vigor Moles, per un punto a testa più utile i padroni di casa in chiave salvezza. Rammarico tra le fila molesi, Costantino portiere di casa infatti, respinge nella prima frazione un penalty di Alfredo Tenzone, salvando un risultato che vede la Fortis scappare via a quattro lunghezze di distanza. Punto che permette ai nojani di guardare con ottimismo una classifica che al momento la vede fuori dalla griglia playout.

Prosegue il suo momento magico la terza forza della classe, l’Audace Barletta, brava ed espugnare il difficile campo del San Marco nel finale di gara grazie al guizzo di bomber Di Pinto, agganciando in seconda posizione la Vigor Moles. I foggiani, nonostante alcune occasioni, perdono match e terreno dalla zona playoff.

Rimonta epica del Ginosa, contro uno sfortunato Monte Sant’Angelo sempre più mestamente ultimo, grazie a tre reti siglate negli ultimi otto minuti di gara, ribaltando lo zero due maturato su alcune disattenzioni difensive. Pronti via e calcio di rigore realizzato dal foggiano De Leo per il vantaggio ospite. Ginosa in difficoltà, ma pericoloso con il nuovo acquisto Cifarelli, tra i migliori. Ad inizio ripresa, la beffa per i ginosini si concretizza con una sfortunata carambola di un proprio difensore che infila nella propria porta per il clamoroso raddoppio degli ospiti, che nel frattempo rimangono in dieci uomini. Nel finale di gara, accade di tutto: Bitetti realizza il tap in vincente dopo un corta respinta del portiere, Paiano spinge di testa un traversone dalla destra dopo una mischia, e in pieno recupero, Lovecchio anticipa sempre di testa il portiere in uscita per un tre a due inimmaginabile sino a pochi istanti prima.

Bene anche il Terlizzi, vittorioso tra le mura amiche, contro un Ascoli Satriano sempre più immischiato in zona playout. Decide una rete ad inizio di gara di Mortello per i rossoblù, i quali proseguono nel loro buon momento di forma e di risultati, conducendoli di diritto in quarta posizione a pari punti con il Ginosa. Nulla da fare per i gialloblù, nonostante una buona reazione senza finalizzare, ed in attesa di alcuni possibili innesti.

A ridosso della zona playoff, vi approda una scatenata Sporting Ordona, che trafigge a domicilio (in quel di Bitetto), una Virtus Bitritto ricaduta nuovamente nel limbo di una classifica poco promettente, dopo questo ko interno. Ospiti ben messi in campo, che colpiscono con due reti nella ripresa prima grazie a Piscopo, e  metà frazione con il neo entrato Ieva. Difficile nascondersi per il team allenato dal giovane tecnico Mascia, una risalita che porta dritto alla lotta per le prime posizioni.

La Nuova Spinazzola prima passa, con il ritorno coinciso con una rete dopo pochi istanti di Rino Gilfone, poi subisce il pari da un Trulli e Grotte che con Fonte raddrizza una gara nata storta ma giocata nel corso della gara con Lagreca protagonista ad evitare il raddoppio ospite. Recriminano anche i locali, quando a pochi istanti dal termine Cirottola salva sulla linea deviando sul palo, mentre anche Maggi ha il suo bel da fare. Buona gara ma punto che serve a poco per un Trulli e Grotte a secco da sette gare, ottimismo in casa Spinazzola e striscia di imbattibilità he prosegue.

Exploit di quelli pesanti per una Polimnia che vince e convince in casa di un Real Siti sfortunato e sprecone, in caduta libera di risultati e agganciati in penultima posizione proprio dai rossoverdi. Nella ripresa si consuma la beffa per i padroni di casa, quando Giannuzzi indovina l’angolo giusto per tre punti fondamentali sia per la classifica che per il morale, dopo due vittorie consecutive.

 

Share
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com