Talsano, parla La Gioia, ex Taranto e Picerno

'Lizzano, gara nata storta. Contro la Deghi ci vuole umiltà'

63

E’ l’ultimo arrivato in casa Talsano il terzino, ex Taranto e Picerno, Davide La Gioia che commenta il suo inserimento in gruppo: “Questo è un bel gruppo in cui sto bene. Con il tecnico Frascella ho stretto subito un buon rapporto. Lo ringrazio per l’opportunità”.
LIZZANO: “Domenica la partita è nata storta. Loro non avevano nulla da perdere e avevano in rosa ottimi calciatori. Erano più sciolti rispetto a noi. Poi, l’1-0 dopo 3’ è stata una brutta botta. Non ci voleva l’infortunio di Palombella visto che avevamo già la linea difensiva out. Gente come Galzarano, Tonti e Angelini dicono sempre la loro”.
LA SETTIMANA: “Sarà una settimana come le altre. Dobbiamo recuperare assolutamente. Anche se domenica sfidiamo al capolista in questo girone ogni partita è a se. Dobbiamo andare in casa della Deghi senza paura e a cercare di prendere punti per la classifica”.
LA DEGHI: “Per trovarsi li sopra vuol dire che hanno un buon gruppo. So che in rosa dispongono di calciatori esperti. A partire dalla serie C fino alla Prima Categoria disporre in rosa di certi calciatori può far la differenza. Troveremo un avversario organizzato”.
DALLA D ALLA PROMOZIONE: “Il cambiamento c’è e si vede nell’organizzazione. In serie D molti vivono di calcio mentre in Promozione molti hanno il doppio lavoro. Nonostante ciò tutti lottano su ogni pallone come se dalla partita della domenica portassero i soldi a casa”.
LA GARA: “Dobbiamo andare li con la massima umiltà. Bisogna giocare rispettandoli ma lottando su ogni pallone fino al 90’. Siamo chiamati a crederci tutti e giocare con il cuore”.