L’Atletico Racale è la capolista del girone B di Promozione, tra le protagoniste assolute della stagione detiene anche il minor numero di reti subite ,solo otto. Una vera corazzata costruita per vincere con alla guida mister Pietro Sportillo.

Ai microfoni di CalcioWebPuglia  il direttore sportivo biancoazzurro Gianni Inguscio.

Il gol di Romano ha deciso il match contro l’ostico Sava dell’ex Marangio. A che partita si è assistito Domenica scorsa?

-Domenica contro il Sava abbiamo giocato una grande partita. Il Sava è una squadra ostica, costruita per stare ai vertici della classifica, forte in tutti i reparti specialmente in attacco. Abbiamo colpito un palo nel primo tempo e il portiere si è superato almeno in due occasioni nel secondo. Siamo stati bravi a non perdere la calma e continuare a giocare, l’ingresso di Presicce ha dato vigore al reparto offensivo anche se poi è stato Romano che con un gran tiro dal limite, col destro che non è il suo piede, ha fatto un gran gol coronando  anche una grande prestazione personale.

Una squadra costruita per vincere da protagonista indiscussa : quarta vittoria consecutiva, quindici totali. Ora, visto anche il pareggio a reti inviolate del Matino nel big match contro l’Ostuni , si potrebbe tentare una “mini” fuga.

-Il campionato si sta delineando ma è tutt’altro che chiuso. Sarà una corsa a due per il primo posto tra noi e il Matino che non mollerà fino alla fine conoscendo molto bene il temperamento del suo allenatore. Aver allungato di due punti ci fa respirare un po’ di più ma ad oggi non abbiamo ancora fatto nulla, perciò bisogna continuare a lavorare come abbiamo fatto finora e pensare partita dopo partita. Da adesso fino alla fine saranno tutte finali per noi.

La difesa del Racale è un vero e proprio “bunker”, solo otto le reti subite. Dall’estremo difensore Passaseo al capitano De Giorgi, il muro biancoazzurro è difficile da abbattere. E’ vero quindi quanto si è sempre detto che le migliori difese potrebbero vincere il campionato?

-Quando una squadra subisce pochi gol vuol dire che tutta la squadra partecipa alla fase di non possesso. Il mister lavora molto su questo aspetto, inoltre da calciatore Sportillo è stato un grandissimo difensore e la sua esperienza la sta trasmettendo a tutti, allenamento dopo allenamento.

Domenica prossima farete visita al Taurisano, una tra le squadre in lotta per la  corsa ai play off, reduce da un pareggio e quindi sicuramente intenzionato a fare bene.

-Domenica a Taurisano sarà una partita difficilissima, secondo me una delle più difficili. Il Toro è una squadra attrezzata, non ci dimentichiamo che ha in organico calciatori che hanno vinto il torneo lo scorso anno, come Matteo Elia, Diego De Giorgi e Vittorio Botrugno. Non sarà facile affrontarlo tra le mura amiche dove ha battuto squadre difficili come il Maglie e  l’Ostuni.

Per finire, quanto entusiasmo c’è al Basurto e in generale a Racale?

-Mi aspettavo qualcosa in più da questo punto di vista.  Anche se in queste ultime partite si vede sempre più gente sugli spalti. Comunque chi viene al “Basurto” la Domenica ci sostiene sempre, speriamo in queste battute finali del torneo di riuscire a riempire lo stadio.

Emma Schiavano