Karim Laribi, trequartista del Bari, ha parlato dell’emergenza Coronavirus e della paura da essa generata in una intervista concessa ai colleghi del Corriere dello Sport:

“All’inizio non ho avuto tanta paura, adesso un po’ di più. Ho pensato subito però che fosse una cosa grave ma non nella misura in cui si è rivelata. Probabilmente l’ho un po’ sottovalutata come hanno fatto un po’ tutti”.

Ora però segue le regole: “Adesso siamo perfettamente consapevoli che questo virus ha una maggiore capacità di trasmissione rispetto a quella che abbiamo ritenuto fino ad ora. Ci toccherà attendere un altro po’ con la speranza che questi giorni passino velocemente”.

Inevitabile parlare anche delle possibilità di tornare a giocare: “Spero che accada ma senza conseguenze per nessuno. Non è giusto che qualcuno ci rimetta per colpa nostra. Il calcio è sempre uno sport e lo sport deve essere prima di tutto un divertimento. Non è neanche corretto che il campionato non venga completato. In qualche modo bisognerà fare per il rispetto di tutte le società che partecipano,chi primo e chi ultimo, e per tutti i tifosi”.