Il patron del Bisceglie, Nicola Canonico ha spiegato il suo punto di vista dopo l’Assemblea di Serie C, in un’intervista ad Antennasud, ripresa da “TuttocalcioPuglia”:

“Oggi parlare di calcio credo sia molto difficile. L’assemblea ha confermato le perplessità che ogni presidente ha rispetto alla ripresa di questo campionato. Il calcio è fatto da contatti, non è possibile mantenere le distanze di sicurezza ed è imbarazzante il contesto dei morti giornaliero. La gente non può mangiare, la situazione sicuramente non migliora al netto di tutte queste ristrettezze. E’ tutto drammatico. Ho sentito dei colleghi del nord scossi, li i casi sono superiori rispetto a quelli del sud. E non hanno la testa tranquilla. Al momento non ci sono le condizioni per proseguire dal punto di vista mentale. Ma il dramma è anche economico, perché quando si ripartirà probabilmente ci sarà un’altra Italia. Qualora mi sbagliassi ne sarei felice, ma ne dubito”.