Posticipo della 37esima giornata allo Zac, Foggia alla ricerca della vittoria per i playout, il Perugia per riprendersi i playoff

Serve la vittoria, diciamolo subito. Il Foggia deve vincere stasera con il Perugia perché nell’ultima allo Zac, della stagione regolare, i rossoneri devono prendersi i 3 punti. Poi si può tranquillamente analizzare i risultati del fine settimana e pensare anche al Verona. Dove se si vorrà  pensare alla certezza, si dovrà vincere ulteriormente. Così, grazie al pareggio del Venezia, il Foggia avrà nelle sue mani il destino dei playout. Non con il Livorno però, perché i toscani hanno vinto sul Carpi e sabato prossimo affronteranno il già retrocesso Padova. Attenzione all’Harakiri della Salernitana, che potrebbe interessare toscani e rossoneri per la salvezza diretta (per il Foggia ci sarebbe anche la riduzione della penalizzazione in vista).

Servirà vincere dunque stasera, per mettersi cinque giorni davanti al Venezia e lasciargli la pressione della rimonta. Grassadonia si affiderà nuovamente a Iemmello e Mazzeo in attacco, senza Kragl a sinistra ci andrà Cicerelli, con Deli mezzala e Busellato a dare da sola a Greco. A destra Gerbo, dietro Ranieri, Billong e Martinelli davanti a Leali.

Il Perugia deve fare a meno di Bianco e sarà l’ex rossonero Carraro a guidare il centrocampo. Purtroppo, per come sono andate le cose, avrà spirito di rivalsa nei confronti del Foggia. La speranza è quella di non ripetere gli errori già fatti con un altro ex, qualche settimana fa (vedi doppietta di Gori in Foggia-Livorno).

Fabio Lattuchella