Sembra a pochi centimetri l’ufficiale reingresso del Bisceglie calcio nel professionismo dopo un mese di limbo a seguito del playout inter girone perso ai rigori con la Lucchese, successivamente fallita.

Nella giornata del quattro luglio sono stati installati ben 1600 sediolini lungo l’arco della gradinata e nei residui della tribuna del “Gustavo Ventura” a completamento del lavoro iniziato martedì scorso con il riaggiornamento dell’impianto di illuminazione. Nessun ostacolo, pertanto, alla riammissione in serie C per il team caro all’imprenditore barese Nicola Canonico il quale ha già messo in moto la macchina dirigenziale per una campagna acquisti completamente diversa rispetto a quella del passato calciomercato.

Con la riconferma di mister Rodolfo Vanoli il sodalizio nerazzurro stellato ha riconfermato un esiguo numero di calciatori della passata stagione su cui porre le basi di un telaio che, a detta delle eventuali ambizioni ventilate, andrebbe ben oltre la sospirata salvezza in quella che andrà a presentarsi più come una serie B2 per blasone ed importanza dei club iscritti.

Fra le priorità, la ricerca di un elemento d’area affidabile, quella prima punta indispensabile la cui mancanza è stata pagata in termini di fatturato offensivo nell’ultima stagione, conclusosi con la maglia nera del peggior attacco. Molto probabile la conferma di qualche giovane primavera che ha già mostrato buone doti nel corso dell’annata appena conclusa.

Non resta, pertanto, che aspettare la data di venerdì 12 luglio allorquando verranno completati a tutti gli effetti gli organici dei tre giorni della terza divisione nazionale prima di poter procedere al perfezionamento dei colpi di mercato in questa estate che si preannuncia più rovente delle precedenti.

Bartolomeo Pasquale (si ringrazia Francesco Dell’Olio per la foto)