Salvatore Donadei, presidente del Nardò: “Ci stiamo muovendo e provvederemo ad inoltrare la domanda di ripescaggio abbondantamente nei tempi previsti. Questa è un’altra possibilità, oltre al ricorso al Tar del Lazio (cosa su cui siamo fiduciosi). La serie D ci è stata tolta in maniera ingiusta e sappiamo di meritare di giocarla. Graduatorie ufficiali non ce ne sono; noi abbiamo fatto i conti e dovremmo poter beneficiare di un punteggio abbastanza alto secondo i criteri che sono stati disposti. C’è fiducia anche sul ripescaggio ma, ribadisco, c’è grande fiducia per il ricorso al Tar del Lazio: non lasciamo nulla di intentato, in qualche modo disputeremo la Serie D 2020-2021.

Intanto a partire da oggi le società non aventi diritto all’iscrizione in Serie D possono presentare domanda, anche a mezzo posta elettronica certificata, alla Dipartimento Interregionale della Lega Nazionale Dilettanti.

Per inoltrare domanda di ripescaggio c’è tempo fino al 14 di luglio alle ore 14:00. Sarà poi il Dipartimento Interregionale a girarle, entro il 15 luglio, a sua volta alla Co.Vi.So.D. che entro il 16 esaminerà le domande. Le società che si vedranno bocciare le domande di ammissione avranno poi tempo di mettersi in regola e fare ricorso entro il 20 luglio. La stessa Co.Vi.So.D. entro il 5 agosto si esprimerà sui ricorsi.