A due giorni dall’esordio casalingo contro il Leverano abbiamo chiesto al D.S. dell’Ostuni 1945 – Paolo Marzio gli obiettivi le novità societarie ed il punto sul mercato della squadra gialloblù.

Quali novità nella Società Ostuni 1945?
“Oltre ai soci che lo scorso anno, con tante difficoltà, hanno permesso la permanenza in Promozione dell’Ostuni quest’anno se ne sono aggiunti di nuovi tra cui, mio fratello, l’Avv. Marzio ed altri che, senza voler sostituire la vecchia dirigenza, vogliono dare una mano all’Ostuni e tutti insieme mi hanno scelto quale responsabile tecnico della squadra”.
I vostri obiettivi
“Il nostro obiettivo è quello di fare un campionato di vertice e magari vincerlo anche se mi rendo conto che non sarà facile perchè ci sono cinque o sei squadre dello stesso valore, su tutte il Racale ed il Matino. Molte di queste squadre, a differenza degli anni passati, hanno speso molto e certamente molto più di quanto spendiamo noi, ma mi auguro che le mie scelte possano annullare questo gap. Noi puntiamo sui giovani e spero che la freschezza dei nostri calciatori, imponendo un ritmo di gioco alto, ci permetta di vincere. Parteciperamo anche al campionato Juniores e vogliamo farlo ad alto livello per far crescere ragazzi da inserire successivamente in prima squadra “.
#lasquadraditutti è un vostro slogan, come pensate di ripopolare lo stadio?
“Non è facile per tanti motivi, a malincuore devo dire che negli anni passati si è fatto male e poi il pubblico ostunese è abituato a ben altri campionati. Il campionato di Promozione non è consono ad una città come Ostuni e ci stiamo impegnando per iniziare un ciclo che ci riporti in campionati migliori, Eccellenza e serie D. Punteremo a vincere con un calcio d’attacco, non vi annoierete”.
Quali tra i colpi di mercato ritiene siano i più validi?
“Zizzi che avevo già portato cinque anni fà all’Ostuni come under. C’è Salvi che è un giocatore straordinario e sicuramente di un’altra categoria. Longo che nella sua carriera ha fatto tanti goal vincendo, negli anni passati, il campionato con il Fasano ed il Martina. Leggiero un ottimo centrocampista, Petrachi che ha sempre giocato in Eccellenza. Ferrarese, classe 98. Inoltre, grazie alla collaborazine con il Fasano, abbiamo preso tre validissimi under”.
Angelo Cavallo