Abbiamo posto al presidente Palmisano alcune domande sul nuovo format dell’Eccellenza e alcune opinioni sui gironi ufficializzati dal comitato FIGC pugliese.

Presidente come considera il novo format dell’Eccellenza?
Sono del parere che il nuovo format studiato dal nostro comitato sia da prendere come esempio. Una buona soluzione che ci mette in condizioni di poter risparmiare chilometri e soldi.

Pensa che il livello tecnico agonistico possa subire un calo?
Credo che nonostante il ripescaggio di molte squadre il livello tecnico e agonistico del campionato d’Eccellenza resti piuttosto alto, del resto basta guardare le squadre che compongono i due gironi. Ci sono squadre dal blasone importante e dal passato glorioso.

Secondo lei quale dei due gironi è più difficoltoso? Ci sono squadre favorite?
Non posso esprimermi sulla differenza tra i due gironi, non conosco benissimo le dinamiche del girone A quindi non posso dire quale dei due sia più difficoltoso. Posso però dire che il nostro girone B è uno di quelli belli, con squadre che si stanno attrezzando bene, sarà un girone molto equilibrato. Ai nastri di partenza c’è sempre chi parte favorito, credo che Martina, Gallipoli e anche il Massafra sono delle serie candidate al salto di categoria. Da non dimenticare, però, che in ogni campionato ci sono delle sorprese quindi non mi meraviglierei se tra queste si inserissero altre squadre o addirittura fossero queste tre a disattendere le aspettative, il tempo e il campo ci diranno.

Presidente dove vuole arrivare il suo Manduria?
Noi siamo neo promossi, ci riaffacciamo in questa categoria dopo diversi anni di assenza e lo dobbiamo fare nel giusto modo. Il nostro obiettivo è quello di salvarci al più presto possibile perché dobbiamo conservare la categoria. Una volta raggiunta la quota salvezza tutto quel che viene sarà oro colato.”