Foggia-Ascoli 3-2

158

I rossoneri di Grassadonia soffrono troppo al cospetto di un Ascoli organizzato ma non irresistibile. Termina 3-2 allo Zaccheria, decide Gerbo

Il Foggia batte l’Ascoli 3-2 allo Zaccheria soffrendo più del previsto al cospetto di un avversario ben organizzato ma non irresistibile. Decide Gerbo con un tap-in vincente al 27esimo della ripresa.

PRIMO TEMPO – Un solo cambio rispetto a 6 giorni fa per il Foggia, con Gerbo che ritrova il posto a destra in luogo di Zambelli. Per l’Ascoli, nel 4-3-1-2 di Vivarini, Beretta recupera in extremis e va in attacco al fianco di Ganz con Ninkovic trequartista.

Il primo tiro in porta dopo soli due minuti con Cavion, ma la conclusione del centrocampista bianconero è centrale e ben parata da Bizzarri. Dopo soli 3 minuti arriva la rete del vantaggio ascolano con Brosco. Cross dalla destra di Laverone e inzuccata vincente del numero 23 che seppur lontano dalla porta riesce ad imprimere alla palla la giusta potenza e la direzione per terminare all’angolo basso alla sinistra di Bizzarri. Pareggio immediato di Deli che scambia con Kragl e insacca con un diagonale basso da fuori area. Deli ci prova anche un minuto più tardi ma con scarsa precisione. Al 14esimo Deli prende fallo al limite dell’area ma si continua a giocare perché Busellato raccoglie palla e scarica un destro angolato dove c’è il miracolo di Perucchini. Nulla può, però, sulla ribattuta di Galano, per il gol del 2-1 rossonero. Secondo gol in maglia rossonera, primo allo Zac. La situazione torna in parità al 29esimo minuto, quando Ganz corregge a rete un tiro di Cavion, inizialmente indirizzato verso le braccia di Bizzarri. Zaccheria immobile così come la difesa del Foggia nell’occasione. Al 39esimo gol annullato all’Ascoli su azione di calcio d’angolo; sul colpo di testa di Addae, in due sono sulla traiettoria della palla, in fuorigioco, oscurando la visuale del portiere rossonero.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa torna in campo Tonucci dopo qualche gara passata in panchina, per l’infortunio di Loiacono. Per il resto, tutto come la prima frazione.

Galano scalda il sinistro dalla distanza al secondo minuto; palla di poco fuori. Ci prova anche Ganz, con poca fortuna, palla alta in una prima occasione, poi con un tiro a giro la palla termina al lato. I primi minuti di gioco della seconda frazione sono abbastanza equilibrati.

All’11esimo Grassadonia cerca la svolta inserendo Cicerelli a destra e spostando Gerbo al centro. Esce Busellato. La svolta arriva, ma non dai piedi di Cicerelli.

Al 27esimo, infatti, azione sulla sinistra del Foggia con Kragl che crossa perfettamente per Mazzeo, il colpo di testa dell’attaccante rossonero è intercettato da Perucchini che, però, non può nulla sul tap-in di Gerbo. Foggia in vantaggio. All’85esimo la grande occasione per Mazzeo che deve ancora liberarsi dalla maledizione del gol. Una bellissima azione di prima tra lo stesso attaccante salernitano, Galano e Deli, libera al tiro il numero 19 rossonero, ma la palla tirata da Mazzeo, dall’interno dell’area, è nettamente fuori misura.

La gara termina dopo 4 minuti di recupero con l’Ascoli all’attacco. Troppa sofferenza, poche palle pericolose dalle parti del portiere ascolano e una difesa molto ballerina non possono soddisfare il tecnico rossonero Grassadonia. Era importante la vittoria, è arrivata, ma c’è ancora tanto da lavorare.

 

TABELLINO

FOGGIA-ASCOLI 3-2

FOGGIA – Bizzarri; Loiacono (46’ Tonucci), Camporese, Martinelli; Gerbo, Busellato (56’ Cicerelli), Carraro, Kragl; Deli (86’ Rizzo); Galano, Mazzeo. A disp. Sarri, Noppert, Ranieri, Agnelli, Zambelli, Chiaretti, Boldor, Ramè, Gori. All. Gianluca Grassadonia

ASCOLI – Perucchini; Laverone, Padella, Brosco, Quaranta; Cavion, Troiano, Addae (62’ Frattesi); Ninkovic; Beretta(68’ Rosseti), Ganz (80’ Baldini). A disp. Lanni, Bacci, De Santis, Zebli, Casarini, Parlati, Kupisz, Coly, Valeau. All. Vincenzo Vivarini

[adinserter block=”7″]

MARCATORI – 5’ Brosco (AS), 10’ Deli (FG), 14’ Galano (FG), 29’ Ganz (AS), 72’ Gerbo (FG),

AMMONITI – 16’ Quaranta (AS), 60’ Cicerelli (FG), 84’ Gerbo (FG),

ESPULSI –

FUORIGIOCO – 0-5

CALCI D’ANGOLO – 0-5

TIRI IN PORTA – 7-4

TIRI FUORI – 5-9

ARBITRO – Lorenzo Maggioni di Lecco

ASSISTENTI – Marco Bresmes di Bergamo e Marco Scatraglia di Arezzo

QUARTO UFFICIALE – Juan Luca Sacchi di Macerata

RECUPERO – 2’ – 4’

Fabio Lattuchella