Un inaspettato ed eccezionale avvio di campionato con una squadra assemblata in poco tempo ma già amalgamata come fosse uno zoccolo duro da cui mai si potrebbe prescindere. Il Bisceglie ha proseguito il proprio trend sulla falsariga del precedente torneo di Serie C, lasciando alle spalle le problematiche extracalcistiche che l’hanno attanagliata quest’estate.

Dignità e consapevolezza dei propri mezzi; questa è la parola d’ordine fornita da mister Ciro Ginestra ai propri uomini nella conferenza stampa tenutasi venerdì nella sala riunioni del “Gustavo Ventura“, in cui il tecnico campano ha sottolineato l’importanza della settimana di riposo ricevuta per il rinvio del match con la Viterbese: «È stata senza ombra di dubbio una settimana particolare, dato che sabato scorso non abbiamo giocato. Abbiamo lavorato sodo, anche su campi resi pesanti dalla pioggia, per farci trovare pronti all’appuntamento con una formazione di tutto rispetto».

«Quella di sabato sarà una partita importante» ha voluto aggiungere Ginestra «Abbiamo lavorato sodo sulle palle inattive in questi giorni, compensando lacune derivanti dal fatto che questo gruppo non ha svolto il ritiro insieme. Non bisogna mollare di un centimetro per tutti i 95 minuti della sfida; cercheremo di imporre il nostro ritmo e fare la gara nonostante un campo che potrebbe essere pesante. Mercato? Io penso esclusivamente ad allenare i calciatori che ho a disposizione ma naturalmente se dovessero arrivarne altri sette sarei contento. È chiaro che ci manca qualcosa in termini numerici, per esempio in difesa, un reparto in cui abbiamo quattro atleti di ruolo anziché sei».

Sulla situazione societaria, con il saluto definitivo del presidente Nicola Canonico avvenuto nella giornata del quattro ottobre il trainer stellato glissa:«Non mi interessa quello che accade fuori dal terreno di gioco; concentriamoci su quello che succede in campo».

Per la sfida della quinta giornata di campionato della terza serie nazionale con fischio d’inizio previsto per le 18:30 di sabato cinque ottobre, la terna arbitrale sarà composta dal goriziano Nicola Donda sostenuto dagli assistenti di Castellammare di Stabia, Michele Somma e Francesco D’Apice.

Bartolomeo Pasquale