La Lega Pro vota compatta per la sospensione definitiva della stagione. Nonostante dichiarazioni distensive fatte dal presidente della Terza Serie (Ghirelli scrive a Sibilia: “mai pensato di togliere le promozioni alla SerieD”) alla LND, la Serie C ha votato anche per lo stop dei ripescaggi dalla serie D. 

Considerato il clima di incertezza, anche economica, che circonda il mondo del calcio, l’assemblea dei club di serie C ha votato a grande maggioranza per la sospensione definitiva dei campionati.

Non si tornerà in campo, quindi, in Serie C. La Serie C vota per la promozione in Serie B delle le attuali tre capoliste (Monza, Reggina, Vicenza), per bloccare le retrocessioni e i ripescaggi dalla Serie D. Niente play-off, né sorteggio per la quarta promossa in B: verrà decretata attraverso una graduatoria di ripescaggi che terrà conto del merito sportivo (l’indiziata numero uno sembrerebbe il Carpi).

 Ghirelli ha così commentato: “mi ha colpito l’enorme senso di responsabilità, e il grande rispetto verso le ragioni di ognuno e anche verso le posizioni delle altre leghe e della Federazione. La più bella assemblea che abbia mai svolto da quando sono presidente”. Per la quarta promossa in Serie B abbiamo scelto “un indice in base alle partite giocate, una media punti insomma. Non abbiamo riflettuto sul nome dei club ma su un dato oggettivo: possono dire tutto meno che il sottoscritto non abbia l’onestà intellettuale di essere il presidente di tutta la Lega Pro”.

Questa, in estrema sintesi, la proposta che la Lega Pro porterà alla prossima assemblea della FIGC.

Se venisse accolta sarebbe una doccia gelata per due pugliesi: il Bari, seconda in classifica in Serie C; il Foggia, secondo a -1 dal Bitonto nel campionato di Serie D, girone H.
A due grandi realtà del calcio pugliese verrebbe, quindi, impedita la possibilità di salire di categoria, nonostante un campionato d’alta classifica stroncato sul più bello dal Covid-19.