Costretto ad affrontare la quarantena lontano dalla propria famiglia, il centravanti del Bari, Simone Simeri, ha raccontato le sue giornate ai microfoni de La Repubblica:

“Sono chiuso in casa da un mese ma con la testa sono in campo. Sono fiducioso che la stagione possa concludersi, anche a maggio o giugno, ma ovviamente la salute viene prima di tutto. Noi abbiamo un obiettivo da raggiungere e sono convinto che, se si tornerà in campo, lo centreremo”. Alla sua seconda stagione in biancorosso, l’ex Juve Stabia manifesta la sua voglia di rimanere a lungo in Puglia: “Potendo scegliere, resterei qui il più a lungo possibile. A Bari sono migliorato sia dal punto di vista caratteriale che sotto il profilo calcistico”.