La nuova giornata potrebbe consentire alle prime 4 della classifica di fuggire, con le inseguitrici impegnate in vari incroci tra di loro. Occhio alle 4 nuove panchine della settimana

Termina una settimana importante per gli allenatori del campionato di Serie D. Ben 4 squadre hanno cambiato la guida, all’indomani dello scorso turno, facendo salire a 10 gli esoneri totali del campionato. Quasi un record, considerando che è appena entrato il mese di novembre.

Su tutti, c’è grandissima attesa per l’esordio di Feola sulla panchina dell’Audace Cerignola, in casa contro il Francavilla. Cambio di modulo in vista, per il tecnico campano, che predilige la difesa a 4, rispetto al 3-4-3 di Potenza. Probabile che la scelta ricadrà sul 4-2-3-1 o il 4-3-1-2. Da vedere come si adatteranno gli esterni di centrocampo nel ruolo dei terzini e come cambierà la linea mediana. Il Bitonto capolista andrà sul campo del Nardò, in un testa-coda non del tutto scontato. I salentini sono alle ultime chiamate e dovranno necessariamente reagire, anche se i nero-verdi non vorranno mollare la vetta e restano favoriti per il match. C’è il Foggia che insidia la prima posizione, infatti, nella gara casalinga contro il Sorrento. È, probabilmente, il match più interessante di tutto il turno. Foggia secondo in classifica e mai sconfitto dalla “seduta” di Corda sulla panchina, con 9 risultati utili consecutivi; Sorrento al settimo risultato utile e con 7 punti raccolti nelle ultime 3 trasferte giocate (Vittorie a Taranto e in casa del Grumentum, intervallate dal pareggio di Casarano).  Si preannuncia una bella sfida, anche per l’incognita difensiva dei padroni di casa, con Anelli al quinto (ed ultimo) turno di squalifica da scontare, nella settimana in cui è stato “appiedato” anche Viscomi. Probabile spostamento di Gentile sulla linea arretrata.

Fuori casa il Fasano di Laterza, che giocherà in casa della Nocerina, mentre il Taranto ospiterà l’Agropoli, penultimo in classifica. Probabile tentativo di fuga delle prime 4 della classifica. Casarano-Gladiator (esordio sulla panchina dei salentini di mister  Dino Bitetto), Brindisi-Gelbison (esordio per l’allenatore dei lucani Squillante) e Gravina-Fidelis Andria (esordio anche qui per Raimondo Catalano sulla panchina degli svevi) forniscono chiare opportunità a chi otterrà la vittoria di rientrare in corsa per i primi posti, ma restano delle sfide molto equilibrate, più da segno “X”. In fondo occhio ad Grumentum-Altamura, con gli ospiti che, dopo aver battuto il Cerignola la settimana scorsa, proveranno a ripetersi per proporsi in posizioni di classifica più tranquille.

Fabio Lattuchella