La Rinascita Rutiglianese apre, con una sconfitta, il proprio corso nel campionato di Promozione. Al cospetto della corazzata United Sly F.C., i granata di mister Corti non sfigurano e anzi, per un terzo di gara, tengono ampiamente testa ai biancorossi baresi. Nello scorcio finale di un pirotecnico primo tempo, però, capitan Clementini e soci colgono l’allungo decisivo riuscendo poi, in una ripresa dai ritmi nel complesso blandi, a difendere il doppio vantaggio senza correre particolari patemi.

La “prima” Rutiglianese della stagione si schiera con il 4-3-3: Pagano tra i pali; Valenzano, Gentile, Lofano e Tanzella compongono il pacchetto arretrato; Vernice, D’Addiego e Dipierro in mezzo al campo; Wilson e Leti supportano Bux in avanti. Mister Quarto, invece, dispone la “sua” Sly con il 4-2-3-1 in cui, alle spalle della punta Manzari, agiscono Lacarra, Zotti e Nadarevic. La contesa prende il via con ritmi sin da subito elevati. Tutto sembra fuorché una sfida di inizio campionato. Ai granata bastano soli 9′ per sbloccare il risultato: la difesa barese allontana un cross dalla sinistra di Dipierro, sulla palla vagante si avventa Vernice che, al volo, trafigge De Santis per l’1-0. Lo svantaggio scuote, inevitabilmente, la Sly che, dopo soli centottanta secondi, perviene al pareggio sfruttando l’asse Zotti-Manzari: il primo pennella dalla corsia mancina, il secondo – dimenticato dalla retroguardia di casa – colpisce di testa superando un incolpevole Pagano. Quest’ultimo capitola nuovamente al 14′, allorquando Lacarra raccoglie la respinta della traversa – botta da posizione defilata di Manzari nella circostanza – e, con la testa, completa la rimonta (1-2). Rutiglianese “stordita”? Tutt’altro. La reazione dei granata è pressochè immediata. Al 18′ D’Addiego, direttamente da calcio piazzato, arma la conclusione di prima intenzione di Dipierro che, dal limite dell’area, sorprende De Santis con una conclusione a giro. E’ 2-2. La contesa rimane stabile sui binari dell’equilibrio sino alla mezz’ora: nel quarto d’ora finale della prima frazione, infatti, la Sly alza i giri del motore. Tra il 29′ e il 34′, Pagano è chiamato ad intervenire su una punizione di Zotti e su un velenoso corner calciato da Nadarevic. La rete è nell’aria e giunge, puntuale, al 36′: Lacarra premia la sovrapposizione di Marcellino che, dalla destra, pesca Altares sul primo palo. Deviazione vincente e 2-3. Gli ospiti provano a sfruttare il momento favorevole e, al 38′, mettono in ghiaccio la contesa con Diagnè, che prende l’ascensore e impatta, con una precisa inzuccata, il cross al bacio di Nadarevic per il 2-4. Nell’ultimo giro di lancette, poi, è un miracolo di Pagano a negare la gioia della doppietta a Manzari.

Nella ripresa, il primo squillo è di marca granata: Wilson si accende e semina il panico tra le maglie “nere” ospiti ma pecca di mira al momento della conclusione. La Sly replica prontamente con Diagnè, il cui tentativo in sforbiciata termina oltre la traversa. Nei secondi quarantacinque di gioco, i ritmi calano e sui taccuini si appuntano soli avvicendamenti dalla panchina su ambi i fronti. Al 65′ gli ospiti si fanno vivi con Lacarra che, con la testa, esalta i riflessi di Pagano. Corti rimescola le carte nel tridente offensivo inserendo Calisi e Balde per Leti e Bux. La Rutiglianese si fa apprezzare per l’atteggiamento propositivo che, ad ogni modo, non reca reali grattacapi alla porta barese. L’ultimo sussulto è di Tony Wilson che anticipa tutti, sugli sviluppi di calcio d’angolo, ma non inquadra lo specchio. Null’altro accade, infatti, nei cinque di recupero, poi prolungati dal sig. Piciaccia della sezione di Barletta. La Sly manda il primo segnale alle dirette concorrenti; la Rutiglianese raccoglie gli applausi del pubblico amico e prende consapevolezza dei propri mezzi.

RINASCITA RUTIGLIANESE – UNITED SLY 2-4 (2-4)
9′ p.t. Vernice (R), 12′ Manzari (U), 14′ Lacarra (U), 18′ Dipierro (R), 36′ Altares, 38′ Diagné

RUTIGLIANESE: Pagano, Valenzano, Tanzella, D’Addiego, Lofano (dal 22′ s.t. Gernone), Gentile, Wilson, Vernice (dal 17′ s.t. Iurlo), Bux (dal 38′ s.t. Balde), Dipierro (dal 12′ s.t. Deflorio), Leti (dal 26′ s.t. Calisi) – all. Corti

UNITED SLY: De Santis ; Marcellino, Clementini, Altares, Quacquarelli (dal 14′ s.t. Mancino); Nadarevic (dal 52′ s.t. Loseto), De Vezze, Diagné (dal 44′ s.t. Liberio), Lacarra, Zotti (dal 36′ s.t. Sguera); Manzari (dal 17′ s.t. Faliero)

ARBITRO: sig. Piciaccia del sezione di Barletta
ASS. : Gorgolione (Barletta); Santoro(Taranto)

AMMONITI: Vernice, Iurlo // Diagné, Quacquarelli, Lacarra, Clementini
ANGOLI: 0-3 // 2-4
RECUPERO: +1 // +5