A riposo il Foggia di Grassadonia, big match a Palermo. Gara tra ‘affezionate’ alla cadetteria in Brescia-Verona

Dodicesima giornata del campionato di Serie B che entra nel vivo tra poco più di un’ora. Perugia e Crotone si trovano di fronte al ‘Renato Curi’ per provare ad inserirsi bei discorsi di medio-alta classifica dopo una partenza non entusiasmante. Serata particolare per i due tecnici, Nesta e Oddo, che ben dodici anni fa, insieme e da calciatori, alzavano al cielo il trofeo più ambito del gioco del calcio, la coppa del mondo.

In una giornata in cui il Foggia di mister Grassadonia resterà a riposo, il clou la Lega B se l’è conservato in conclusione. Il big match di giornata sarà, infatti, PalermoPescara, gara in programma domenica sera alle 21. Di fronte ci saranno le prime due della classe, con i siciliani che inseguono e tenteranno il sorpasso, anche se hanno una gara in meno degli abruzzesi e potrebbero anche accontentarsi del pari.

Sempre domenica altre due gare suggestive. Il Cittadella di Venturato ospiterà il nuovo Venezia, rigenerato dalla cura Zenga, mentre in BresciaVerona si ritroveranno di fronte le due squadre con più partecipazioni alla Serie B, 61 dei bresciani contro 54 dei veronesi, per la sfida numero 116 tra le due.

Domani il resto del programma con alle 15 quattro gare. L’Ascoli tenta l’assalto ai playoff in cada contro il Padova; il Carpi, notevolmente cambiato rispetto a due anni fa, ritrova la squadra (Benevento) che gli negò il sogno del ritorno in A nella finale playoff del 2016; CremoneseLivorno e SalernitanaSpezia le altre sue gare del primo pomeriggio, poi alle 18 la sfida tra due attacchi agli opposti. Il migliore, quello del Lecce (al pari di Foggia e Pescara), con 19 reti segnate, contro il peggiore, quello del Cosenza (8). Si giocherà in Calabria.

Fabio Lattuchella