Foggia-Gelbison 3-0

Vittoria in ghiaccio nel primo tempo. Una delle difese più forti del campionato perforata a ripetizione dagli avanti rossoneri in 45 minuti

336

Il Foggia supera 3-0 il Gelbison al termine di una gara completamente dominata dai rossoneri e messa in ghiaccio già al termine della prima frazione di gioco.
Dopo 7 minuti Carboni incorna alto su azione da corner, ma tre giri di lancette più tardi il Foggia va avanti nel punteggio con Staiano. Il centrocampista classe 2001 si inserisce coi tempi giusti e trafigge D’Agostino su assist di Russo. Al 27′ rigore reclamato da Carboni per fallo in area sugli sviluppi di un corner, poi ancora gol rossonero al 29′ ad opera di Cadili, abile e fortunato nella deviazione vincente su calcio di punizione calciato da Cittadino in area. Ancora rigore  reclamato, questa volta da Tortori, al 32′; l’attaccante numero 14 è trattenuto da un difensore campano ma il direttore di gara non vede nulla. Il Gelbison è poca cosa, al 38′ ci prova con un colpo di testa di Mautone, ben parato da Fumagalli, poi il portiere rossonero ipnotizza Varela, lanciato in contropiede da un errore di Cadili nel disimpegno. Allo scadere di frazione, al 45′ per l’esattezza, il tris del Foggia; Russo riceve in area, si gira e calcia di punta in pieno stile calcio a 5, anticipando sul tempo la parata di D’Agostino. La appoggia in rete anche Gentile ma la palla aveva già oltrepassato la linea e il gol è da attribuire a Russo.

Nel secondo tempo, con il Foggia avanti di tre reti, i campani provano a riaprirla invano. I rossoneri controllano e provano ancora a segnare, al 71′, con una bellissima azione partita da uno slalom di Tortori, proseguita con l’assist di Gentile e terminata alta con il calcio poco preciso di Cittadino. Al 92′ contropiede fallito da Tortori e Gentile prima del triplice fischio finale. Foggia batte Gelbison 3-0 e continua ad inseguire un infallibile Bitonto.Tra le altre resistono soltanto Casarano e Sorrento, out Fasano e Taranto.

Fabio Lattuchella