In campo per l’ultima giornata tutti insieme contemporaneamente. Il Lecce si gioca la A in casa, per la salvezza Foggia a Verona, Salernitana a Pescara, Venezia a Carpi. Molto ancora da decidere in 90 minuti

Tutti insieme, contemporaneamente. L’ultima giornata di Serie B andrà in scena domani alle 15. Per tutti tranne che per il Cosenza che si è già congedato dal campionato con una bellissima salvezza e osserverà il riposo. Molto ancora da decidere, con la già promossa Brescia che ospiterà il Benevento, già sicuro del 4° posto. Unica partita senz’anima della giornata. In tutte le altre gare c’è qualcosa da giocare e qualcuno che si gioca le proprie, ultime, chance. A Lecce, i salentini devono vincere per andare in A. Contro lo Spezia c’è l’ultima puntata di un film da sogno cominciato tra tanti dubbi e concluso con una cavalcata celestiale. Chi spera nello sgambetto bianconero è il Palermo che, dal canto suo, dovrà vincere in casa contro un Cittadella che rischia i playoff. Perugia-Cremonese è vero scontro diretto per gli spareggi promozione, mentre Verona-Foggia e Pescara-Salernitana sono scontro incrociati con entrambi gli obiettivi in palio. In fondo il Venezia spera di vincere a Carpi, conscio di dover attendere il risultato del Foggia a Verona, per salvarsi, mentre il Crotone ha bisogno di un punto, almeno, per evitare di ascoltare le gare della Salernitana e del Livorno (a Padova).

Ci sono ancora tanti incroci e tante soluzioni possibili, in questi ultimi 90 minuti. Poi sarà troppo tardi per qualcuno, mentre per altri si apriranno le porte del post-season.

Fabio Lattuchella