Stavolta si doveva per forza vincere. E stavolta, si è vinto. Nella maniera più cinica, come spesso si fa in queste categorie. Con un 1-0 sufficiente per uscire dal Veneziani di Monopoli con la vittoria e con il turno dei playoff superato, ai danni di un Monopoli comunque uscito a testa alta, dopo una stagione gestita in maniera straordinaria.

La Ternana ha avuto dalla sua parte una condizione migliore, visto che nonostante la stanchezza delle tre partite già giocate, trovava di fronte un avversario che non giocava più una gara da quattro mesi. Il successo, con un gol nella ripresa, permette ora ai rossoverdi di continuare a essere in corsa per la serie B. E adesso, sono tra le otto squadre rimaste, tutte in corsa per quello stesso obiettivo.

POCHI SPUNTI. Primo tempo finito a reti bianche, senza troppi sussulti e con poche emozioni. La partita ha offerto i primi venti minuti molto tattici, con le due squadre a studiarsi e a cercare spazi. La Ternana ha fatto qualcosa di più sul piano del possesso palla. Rossoverdi con due partite già nelle gambe, mentre il Monopoli giocava la sua prima gara ufficiale dopo il lockdown. 

Eppure, la squadra di Giuseppe Scienza non ha dato l’idea di essere arrugginita più di tanto. Non ha fatto altro, la formazione di casa, che provare a giocare una prima metà di tempo di rodaggio, per poi cercare di prendere gradualmente il ritmo. Col passare dei minuti, però, è stata invece la Ternana a farsi vedere più spesso nella metà campo degli avversari. 

Ternana mai capace di cambiare passo, persa quasi sempre in un tempo di troppo. Registriamo, in generale, poche occasioni, come un cross di Palumbo sul quale Defendi non è arrivato in spaccata e una conclusione da fuori di Giorno, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, finita alta. Lampo rossoverde nel finale, con una improvvisa girata di Ferrante da fuori area, finita di poco al lato.

LA SPACCATA DECISIVA. Nella seconda frazione, si è visto un Monopoli sceso inizialmente in campo con più intraprendenza. La Ternana, però, ha sbloccato il risultato al 7′ minuto, per una volta con le Fere a trovare un gol da palla inattiva, grazie a una punizione di Palumbo sulla quale i difensori del Monopoli si sono fatti trovare impreparati, permettendo a Salzano di insaccare in spaccata a due passi dalla porta. La reazione del Monopoli, in un primo momento, è mancata. 

Questi ultimi, però, sono riusciti a tenere a bada gli avanti rossoverdi, tamponando ogni loro tentativo di affondo.

La Ternana, a lungo, ha dato l’impressione di avere in mano la partita, pur sempre senza mai trovare nemmeno una occasione per cercare il raddoppio. Nella seconda parte della ripresa, però, il Monopoli ha cominciato a trovare più lucidità e anche un po’ più di corsa. Una volta scrollata via la ruggine dei quattro mesi di stop, ecco un Monopoli capace di impensierire la Ternana, alla ricerca del gol del pareggio e, di conseguenza, della qualificazione al turno successivo. Anche i cambi, hanno dato a Scienza maggiore brio, con Tazzer a destra e l’ex Salvemini in attacco. La Ternana ha lottato con i denti per mantenere fino alla fine quel vantaggio, tanto stretto quanto decisivo. Super-emozioni nel recupero, prima con la Ternana a sfiorare il raddoppio con un colpo di testa ravvicinato di Partipilo parato dal portiere Menegatti, poi con una conclusione del Monopoli del nuovo entrato Tsonev, controllata da Iannarilli. Il fischio finale dell’arbitro Gariglio di Pinerolo ha sancito la prosecuzione del sogno per la Ternana, che ora approda al secondo turno della fase nazionale dei playoff. Si gioca lunedì 13 luglio. Ma attenzione, che ora entrano in gioco le seconde in classifica, vale a dire CarrareseReggio Audace e Bari.

MONOPOLI – TERNANA 0-1

Rete: 52′ Salzano

MONOPOLI (3-5-2): Menegatti; Rota, De Franco, Mercadante; Triarico (59′ Tazzer), Carriero, Giorno (80′ Tsonev), Piccinni, Donnarumma; Fella, Cuppone (59′ Salvemini). A disp. Antonino, Arena, Pecorini, Oliana, Antonacci, Mestrelli, Mariano, Hadziosmanovic, Nanni. All. Scienza

TERNANA (4-3-3): Iannarilli; Parodi, Diakité, Bergamelli, Celli; Paghera (65′ Verna), Palumbo (79′ Mammarella), Salzano; Furlan (79′ Damian), Ferrante, Defendi (65′ Partipilo). A disp. Marcone, Tozzo, Vantaggiato, Russo, Marilungo, Torromino, Sini, Nesta. All. Gallo

Arbitro: Gariglio di Pinerolo (Testi-Valente) Quarto Ufficiale Maranesi

Ammoniti: Defendi, Diakite’, Paghera e Damian (T), Fella (M)

Angoli: 8 a 0