Nella foto (ph Davide Del Mastro) la squadra tranese a fine gara, riceve gli applausi dai propri sostenitori

 

Trani –  Ottimo inizio nella prima di campionato per la Vigor Trani reduce da un periodo non proprio tranquillo tra avvicendamenti di allenatori, Benny Costantino e Enzo Del Rosso e qualche screzio tra presidenza e tifoseria, contro il Vieste giungono i primi tre punti.

La nuova era dell’ultimo arrivo in panchina G. Sangiranrdi, vede in campo una buona Vigor dominare il match contro i garganici non apparsi ancora nella quadratura e nella tenuta atletica giusta.

Una prodezza su calcio piazzato di Negro e l’invezione di Terrone calano un sipario sul match giocato quasi a senso unico ma che nel risultato finale (2-0) non rispecchia propriamente l’andamento della gara. Diverse occasioni, almeno altre cinque,   sfruttate meglio avrebbero  arrotondato il risultato.

Tutto è andato come forse nemmeno ci si potesse sperare. Nessuno “show” in campo del patron Lanza, presente in tribuna, tifo e incoraggiamento per la squadra da parte della tifoseria, gioco in campo che ha regalato buoni spunti di bel gioco e con buone individualità hanno poi chiuso il cerchio con gli applausi finali al triplice fischio.

La cronaca – E’ di Musa la prima occasione pericolosa della stagione per la Vigor. La change capitata all’attaccante tranese è sventata in extremis dalla difesa viestana che riesce a metterci una pezza. Al 15’pt Rocco, estremo difensore del Vieste si avventura fuori dall’area ma lo stesso, aiutato dalla dea della fortuna si imbatte nell’impreciso tiro di Modesto che nel tentativo di scavalcarlo con un pallonetto, la palla si perde oltre il rettangolo di gioco.

Ancora Trani, ancora Musa. Occasione per l’attacco tranese non attenta nel poter sfruttare meglio una disattenta difesa ospite sul cross basso dalla sinistra (19’pt) chiudendo lo specchio di porta da ogni possibile pericolo.

Dopo tanto sciupare la Vigor trova il goal. Negro al 25’pt sceglie dove indirizzare la palla: punizione perfetta dal limite e il Trani è meritatamente in vantaggio. Forte del risultato e complice una reazione ospite sterile la Vigor confezione un’altra palla gol. Musa al 37’pt ruba palla alla trequarti, giunto al limite dell’area spreca malamente d’avanti al portiere.

Si torna in campo per il secondo tempo. Passano una manciata di minuti e Terrone ha l’invezione giusta : colpo di tacco su precedente tiro dal limite di Schirinzi ed il raddoppio è cosa fatta.

Altre occasioni sempre a favore Vigor giungono nei minuti successivi. Al 25’pt Musa spreca ancora, Cepele dopo cinque minuti ci prova ma la fortuna non lo aiuta, mentre  Mongiello subentrato a Terrone fallisce la palla del 3-0 a portiere battuto.

Al di là del risultato, il match contro il Vieste ha lasciato molti aspetti positivi in questa prima giornata di campionato: i tre punti fanno classifica e morale ma soprattuto porta serenità che di questi tempi è sempre ben augurante in vista dei prossimi impegni.

Giovedì 13 nel ritorno di Coppa Italia il Trani, nel match che regala il passaggio del turno agli ottavi,  ospita il Barletta calcio, squadra che  non ha dovuto disputare il suo match a causa della domanda di ripescaggio in Serie D da parte del San Severo.

 

ENZO CHICCO

[sc name=”CHICCO”]