Foggia in difficoltà difensiva dopo la squalifica di Anelli

454

La stangata del giudice sportivo, soprattutto per le 5 giornate di squalifica al vice capitano Anelli, mettono in serie difficoltà il tecnico Ninni Corda, anch’egli appiedato per tre turni così come il tarantino Manzo. La fine del Foggia-Taranto di domenica sembra non arrivare mai e i fatti successi negli spogliatoi durante l’intervallo potrebbero creare ripercussioni sul campo anche per le prossime gare. La difesa senza Anelli ha già dimostrato di fare acqua, vedi la prima parte della gara contro il Gravina.

Il Foggia presenterà ricorso, comunque, verso la squalifica del difensore rossonero, perché c’è un errore nella compilazione del comunicato del Giudice Sportivo, secondo cui Anelli è stato inserito tra i calciatori espulsi durante la gara, fatto non avvenuto perché le sue irregolarità sono state annotate dal commissario di lega, mentre Manzo, difensore del Taranto che ha terminato la gara con il rosso tra il primo e il secondo tempo, è staro inserito tra i non espulsi ed ha ricevuto soltanto 3 giornate di squalifica. I vertici rossoneri sperano nell’errore e nello sconto di pena per il difensore rossonero. Corda in primis.

Intanto ci sarà da trovare il sostituto in difesa per la gara contro il Brindisi. Potrebbe tornare di moda l’esperimento fatto con il Gravina, con l’arretramento di Salvi sulla linea difensiva.

Fabio Lattuchella