Tra Fidelis Andria e Nola vincono le difese e gli errori sottoporta

116

Alla fine festeggia soprattutto il Nola che al “Degli Ulivi” conquista un pari importantissimo per la classifica. Rammarico in casa Fidelis, invece, che nonostante l’undicesimo risultato utile consecutivo e difensa ancora una volta imbattuta, non trova il gol da tre punti in una gara poco spettacolare e molto agonistica. Tegola prima dell’inizio del match per De Sarno che è costretto a rinunciare a Pasqualino Esposito infortunato durante il riscaldamento e sostituto dal classe ’99 Madonna. In campo il tecnico del Nola sceglie comunque un 4-2-3-1 con Gennaro Esposito unica punta. Per la Fidelis, invece, Alessandro Potenza sceglie un consolidato 3-5-2 vista anche l’assenza per squalifica di Zingaro. In porta ci torna Zinfollino mentre a destra agisce Adamo con Bozic al rientro dal primo minuto accanto a Cristaldi in attacco. Prima lunga fase di studio sino al 20’ quando il primo squillo arriva dalla squadra di casa: calcio di punizione da destra e palla spiovente in area. La toccano in tanti ma alla fine è il colpo di testa di Piperis ad impegnare Gragnaniello in parata plastica in corner. La gara però è anestetizzata. La Fidelis avanza il baricentro ma il Nola si difende con ordine e soffre poco anche sulle palle da fermo. In realtà al 34’ è proprio dal quinto calcio d’angolo del match per la formazione di casa ad arrivare un pericolo per la porta di Gragnaniello: è Bortoletti a staccare bene di testa ma la palla è alta da posizione ottima. Poi gli ospiti trovano subito la replica su di un errore difensivo andriese con Gennaro Esposito a trovarsi nel cuore dell’area di rigore a calciare ma debolmente con Zinfollino bravo a bloccare. Il Nola prende coraggio ed un calcio di punizione dal limite dell’area porta scompiglio nell’area di casa con Zinfollino in uscita toccato duro ma l’azione prosegue sino al tiro a botta sicura di Esposito che coglie clamorosamente la traversa. Possesso palla sterile della Fidelis e ne approfittano ancora gli ospiti nel primo minuto di recupero sempre con Esposito che sfrutta una respinta corta di Cipolletta per calciare di prima intenzione dal limite ma la sfera è a lato.

Strigliata negli spogliatoi per Potenza e Fidelis in campo decisamente più arrembante. Due minuti ed un’azione partita dalla metà campo andriese si trasforma in pericolo: Petruccelli rifinisce per Cristaldi da destra abile ad entrare in area ed a calciare con sfera a lato di poco. Andriesi ancora in avanti con Bozic e Cristaldi a scambiare sino al servizio per Petruccelli a destra il cui tiro cross è salvato da Gragnaniello prima del tiro finale di Piperis deviato in corner. Girandola di sostituzioni per le due squadre ed il Nola torna in avanti al 20’ grazie ad un calcio di punizione di Colarusso dal limite alto di poco. Replica Fidelis con Adamo dal limite destro calcia e Gragnaniello è costretto in corner. Sugli sviluppi è Forte a non trovare per un soffio il tocco vincente da pochi passi. La spinta di casa finisce ed i campani si difendono con ordine anche se al 43’ arriva l’occasionissima per i padroni di casa: palla da sinistra di Manno batti e ribatti in area sino al tiro finale di Ayina alto da pochi passi dalla porta praticamente vuota. I quattro minuti di recupero non portano a nuovi pericoli per le due formazioni e squadra di Potenza che porta ad undici i risultati utili consecutivi e mercoledì se la vedrà nuovamente al “Degli Ulivi” contro la Sarnese alle 16 per il turno infrasettimanale della Serie D.