Antonio Magrì, presidente della Virtus Francavilla, ai microfoni di tuttocalciopuglia.com fa un punto generale in casa biancazzurra passando dallo stop dei campionati al calcio giocato.

“Viviamo in una situazione surreale, totalmente nuova e di cui non possiamo prevedere gli effetti futuri, la speranza di tutti è quella di uscirne il prima possibile e tornare alla normalità. Lo stop? È una decisione giusta ma tardiva, andava presa sicuramente prima, non potevamo esporre a rischi i nostri tesserati. Sicuramente è una situazione che avrà ripercussioni non solo sulle casse societaria ma anche sulla tenuta dei nostri club. Non dimentichiamoci che noi prima di essere Presidenti siamo imprenditori e in questo momento le nostre aziende sono in difficoltà, dobbiamo pensare a come andare avanti e salvaguardare la continuità aziendale e i posti di lavoro. Per uscirne indenni c’è bisogno di sostegni normativi seri e urgenti altrimenti sarà difficile andare avanti”.

Il patron dei pugliesi guarda poi alla vittoria dello scorso turno, quella in casa del Teramo: “Ho rivisto la Virtus di Reggio, Terni, Catanzaro. Vittoria di carattere e personalità ma mi aspetto continuità di risultati anche con le squadre alla nostra portata. Ekuban? Un’altra bella sorpresa insieme a tanti altri giovani che stanno facendo bene. Questo a maggiore conferma che se si hanno dei giovani importanti e si ha la pazienza di farli crescere non è precluso nessun risultato”. In chiusura spazio anche alle sedute della squadra, destinata a tornare in campo tra poco meno di un mese: “Oggi l’allenamento è sospeso in attesa di disposizioni ufficiali da parte del consiglio Federale e della Lega”.