Ottima la prestazione dei rossoblù sul rettangolo della Nzegna contro un forte Maglie. Nei locali assenti Tamborrino e Tony Lanzilotti appiedati dal Giudice. Mister termite schiera in difesa Urso con ancora dei problemi fisici non risolti, il difensore è coadiuvato da De Tommaso, Diagnè e De Carlo oggi in veste difensiva. Il centrocampo con Lanzillotti P., Cavallo, Motti e Greco N.. L’attacco è formato da Scarcella e Tidiane. Così come formata la squadra oggi si sono viste buone cose, il tandem TidianeScarcella ha funzionato bene mettendo più volte in crisi la difesa leccese. Il gol del vantaggio carovignese arriva dopo soli 3 minuti dal fischio di inizio. Lanzilotti recupera un buon pallone a centrocampo, lancia Greco che è in giornata top, e con un preciso assist serve bomber Scarcella che non sbaglia il tiro preciso in porta che il bravo Potenza nulla può. Dura poco, dopo 5 minuti Carrozza pareggia i conti e riporta le squadre in parità. I locali continuano a giocare insistendo sempre di più nella zona di Frisullo. Al 20’ un netto fallo di mano non viene rilevato né dall’arbitro e né dal suo primo assistente. Poco dopo lo stesso assistente, non in giornata, non segnala neanche l’evidente fuori gioco sul secondo gol del Maglie realizzato da Pace. Le proteste dei locali costano l’espulsione a mister Tateo. Al 25’ viene concesso un calcio di punizione dal limite al Carovigno invece dell’ennesimo rigore non concesso, alla battuta Greco si inventa un tiro che Potenza, in vena di miracoli, sventa mandando fuori per un soffio. Si va al riposo con un immeritato svantaggio per 2 a 1.

La ripresa inizia con la sostituzione di Galasso al posto di Urso. La retroguardia rossoblù è più attenta sulle incursioni pericolose di Carrozza e Citto. Il Carovigno alza il baricentro, Tidiane è motivato e inesauribile, recupera e concede la sfera all’amico Scarcella che si appresta al tiro, ma questa volta il bomber viene infastidito da un’avversario e l’arbitro stavolta concede il penalty. Scarcella batte con freddezza e pareggia i conti. Il match si fa ancora più vivace, i rossoblù hanno trame di gioco ben ordinate e si avvicinano all’area avversaria con più dimestichezza. Tidiane, in una magistrale azione di contropiede, si avventa da solo verso Potenza e invece di passare il pallone a Scarcella ben piazzato e scoperto, tira in porta, ma l’estremo del Maglie non si fa ipnotizzare e respinge. Al 83’ arriva il gol del successo del Maglie con Citto che ne approfitta di una incertezza difensiva e insacca portando tre importanti punti a Maglie.
Partita bella e maschia, il Carovigno ha messo in campo il meglio per tenere le redini a un ottimo Maglie, il pareggio sarebbe stato più giusto ma il calcio è fatto così. Oggi si è vista una squadra diversa con un carattere differente che fa ben sperare in un recupero di una classifica che questa squadra non merita. La prestazione di Scarcella e Greco è stata davvero pregevole, ma anche Tidiane ha dato tanto.