Il centrocampista del Bari Andrea Schiavone è intervenuto oggi in conferenza stampa per commentare il pareggio con il Monopoli che ha fatto scivolare i biancorossi a -8 dalla Reggina:

“Hanno allungato di due punti, ma noi dobbiamo guardare in casa nostra, alla nostra crescita. Ci sono altre tredici partite, il campionato non finisce ora. Oggi analizzeremo bene la partita col mister, ma penso che domenica abbiamo approcciato la partita in modo ottimale, siamo scesi in campo con grinta e qualità. Poi ci siamo lasciati scoraggiare dal gol subito, e questo non deve succedere. Nel secondo tempo non siamo scesi in campo con lo stesso piglio, e abbiamo subito il loro entusiasmo. Io lo sottolineo questo pareggio perché siamo rimasti in 10 e non abbiamo subito niente, anzi abbiamo avuto il pallino del gioco in mano. Questo va sottolineato. Dobbiamo ovviamente crescere nella consapevolezza dei nostri mezzi, e dominare la gara per novanta minuti, sfruttando al meglio le occasioni per chiudere le partite. Contro il Francavilla siam stati quasi perfetti. Chiaro che il Monopoli aveva un peso specifico diverso: non a caso sta facendo un campionato importante. Ci ha pressato in ogni zona del campo con ferocia. Fino ad oggi abbiamo vinto contro la Ternana e il Catanzaro, e abbiamo pareggiato con Reggina e Monopoli. Probabilmente domenica si poteva fare qualcosa in più. Da mezz’ala sei più vicino alla porta e devi fare determinate giocate. Ma anche domenica c’era spazio per me: bisogna tenere la palla e trovare le imbucate per gli attaccanti. Mi trovo bene in tutti e due i ruoli, anche se per quasi tutta la carriera ho fatto il play davanti alla difesa. Per come lavoriamo noi è fondamentale giocare la palla con qualità. Dobbiamo migliorare in alcuni aspetti: non andare in difficoltà se la partita si mette in un determinato modo, lavorando dobbiamo trovare la consapevolezza e la chiave per vincere tutte le partite. Il Picerno? Ogni domenica c’è da giocare al massimo. Ogni avversario ti può mettere in difficoltà, abbiamo visto anche la Reggina che partite ha perso. Non dobbiamo sottovalutare nessuno”.