Con un breve quanto intenso comunicato apparso sulla propria pagina facebook, l’ufficio stampa dell’Alto Tavoliere San Severo Calcio ha annunciato l’esito negativo di tutti i ricorsi presentati per ottenere il ripescaggio in Serie D, compreso quello al TAR del Lazio.

[sc name=”garofalo”]

E’ palpabile la rabbia della società San Severese e la si percepisce dal tenore del comunicato. “Crediamo che in un momento del genere San Severo non possa essere vittima di un misfatto commesso da un atleta in danno della stessa compagine”.

Il riferimento è alla ragione dell’esclusione della società giallogranata dalla graduatoria dei ripescaggi: la combine nella gara San Severo-Brindisi, persa dai Foggiani per 2 a 1 nel 2015, orchestrata e progettata da un ex portiere dell’Alto Tavoliere, all’epoca dei fatti USD San Severo.