Ancora una vittoria per il Bari che ha regolato il Città di Messina 1-0 con una rete firmata da Roberto Floriano dopo mezz’ora di gioco. Una partita, quella contro i siciliani, in cui i biancorossi hanno ottenuto il massimo risultato con il minimo sforzo e in cui il bottino poteva essere certamente più rotondo in virtù delle tante occasioni non concretizzate.

Inizia bene la settimana dei tre impegni: il Bari vola a quota 23 infilando il nono risultato utile consecutivo in campionato e allungando a tre le vittorie consecutive. Certamente il miglior modo per approcciare alla trasferta di Castrovillari in programma mercoledì pomeriggio alle 14:30.

La partita

Avvio di gara con i biancorossi (oggi in maglia nera) a cercare subito di prendere le redini del match, l’atteggiamento guardingo degli ospiti però non lascia molti spazi alla squadra di Cornacchini. Il primo squillo barese arriva al 19′ con un colpo di testa di Simeri che termina fuori bersaglio. Qualche minuto più tardi ci prova Brienza su punizione dai 25 metri ma la palla non scende e finisce alta di poco sopra la traversa. I siciliani non si affacciano quasi mai nella metà campo pugliese e allora ecco il tentativo di  Piovanello prova la botta dal limite, Paterniti blocca in due tempi. E’ solo il preludio al goal del Bari che arriva al 33′: invenzione di Brienza per Simeri, l’attaccante da sinistra mette in mezzo il pallone per l’accorrente Floriano che da pochi passi non sbaglia. Al 43′ Hamlili vicino al raddoppio con un sinistro dall’interno dell’area sventato da Palermiti. Squadre al riposo col Bari in vantaggio 1-0.

La ripresa inizia senza cambi e con il Bari subito pericoloso con Floriano che si divora il 2-0. Subito dopo è Simeri a fallire di poco il raddoppio. Dopo circa un’ora di gioco Cornacchini manda in campo Neglia. A provare ad incrementare il bottino dei galletti è ancora una volta Brienza ma la sua conclusione viene strozzata prima di poter far male. E’ l’ultima azione della partita del fantasista che lascia il campo per Langella, subentrato insieme a Feola per Piovanello. La ripresa è obiettivamente meno esaltante rispetto al primo tempo: nel finale ancora galletti pericolosi con un tiro di Bollino, entrato per giocare uno scampolo di partita al posto di Simeri. Vittoria di misura per i biancorossi contro un Città di Messina che conferma di essere una squadra solida difensivamente.

Il tabellino

BARI (4-2-3-1) – Marfella; Turi, Di Cesare, Cacioli, Nannini; Bolzoni, Hamlili; Piovanello (72′ Feola), Brienza (72′ Langella), Floriano (65′ Neglia); Simeri (85′ Bollino). A disp.: Maurantonio, D’Ignazio, Liguori, Mutti, Gioria. All.: Cornacchini

CITTÀ DI MESSINA (3-5-2) – Paterniti; Bellopede, Berra, Bombarda; Fofana, Cardia (81′ Calcagno), Cangemi (68′ Bonamonte), Ferraù, Fragapane (76′ Cannino); Codagnone (59′ Galesio), Di Vincenzo (76′ Princi). A disp.: Amella, Crucitti, Ronaldo, Nicosia, Princi. All.: Furnari

Arbitro: Munerati di Rovigo
Marcatori: 33′ Floriano (B)
Ammoniti: Fofana, Galesio, Bonamonte (C)

[sc name=”Bada”]