Porta bene al Nardò l’anticipo della 9a giornata del girone H di Serie D. La formazione granata batte in trasferta il Pomigliano per 1 a 0 e centra la seconda vittoria consecutiva in campionato, agganciando temporaneamente il treno dei playoff.

Formazioni

Mister Taurino, ancora in emergenza per gli infortuni di Prinari, Molinari, Mingiano, Cassano e De Pascalis, schiera il consueto 3-5-2 con Mirarco tra i pali, il rientrante Benvenga, Aquaro, e il giovane Giglio sulla linea difensiva. In mediana Bertacchi, Gigante e Bolognese con Sené e Versienti sugli esterni. In attacco l’under Cordella fa coppia con Kyeremateng. Modulo speculare per mister Cioffi che affida le chiavi dell’attacco all’esperto bomber Girardi sostenuto da Cisse. 

Primo tempo                                                                                                

Il Pomigliano cerca subito di impostare il match sull’aggressività e nei primi minuti di gioco l’estremo difensore neretino Mirarco è ripetutamente chiamato all’intervento dai tiri da fuori area di Suriano e Imparato. Il Nardò ben messo in campo prova ad impostare il gioco con manovre palla a terra orchestrate da Bertacchi e da un ispirato Versienti. Al 22’ i granata sfiorano il vantaggio con Bolognese che centra la traversa da lunga distanza. Rispondono i campani tre minuti dopo con Imparato ma il suo tentativo su punizione trova la pronta respinta da parte di Mirarco. Al 43’ arriva il vantaggio del Nardò: gran conclusione su calcio di punizione di Benvenga che beffa Caparro con una pennellata che si infila all’incrocio dei pali. Si va al riposo con il Toro meritatamente in vantaggio.

Secondo tempo

Nella ripresa mister Cioffi prova a rianimare i suoi passando al 4-3-3 con gli inserimenti di Fotso e Cherillo ma sono sempre gli ospiti a gestire la manovra e rendersi più pericolosi. Al 52’ Caparro è attento su un tentativo di Palmisano da distanza ravvicinata. Il Pomigliano e prova a metterla sul piano dell’agonismo ma ogni cross in area avversaria è preda di uno sveglio Mirarco e di una difesa neretina molto reattiva. Al 72’ Labriola e Suriano per i napoletani non hanno grossa fortuna mentre il Nardò va vicino al raddoppio al 78’ con un tiro potente ma impreciso di Gigante. All’88’ clamorosa occasione per Bolognese che, ottimamente servito da Kyeremateng, costringe ad un salvataggio in extremis la retroguardia campana.

Al termine dei 4′ di recupero, la gara si chiude con una vittoria di misura ma sicuramente meritata dai ragazzi di Taurino. Tre punti importantissimi per rinverdire la classifica in attesa del turno infrasettimanale in programma mercoledì prossimo al “Giovanni Paolo II” contro il Sorrento.

[sc name=”Bada”]