Lucera Calcio, con la testa, vinta una partita importante

310

Il Lucera Calcio ha saputo costruire una vittoria innegabilmente importante e non casuale, perché, in inferiorità numerica, ha messo sotto un Real Zapponeta giunto in piena accelerazione al Comunale; e perché è riuscito a dimostrare di aver recuperato la sua capacità di essere compagine determinata e vincente.

Le squadre avviano il confronto facendo attenzione a non scoprirsi; la parità non è solo nel risultato parziale, ma anche in quello che si vede in campo. Per lunghi tratti, si affonda senza che per i portieri ci siano interventi impegnativi; le conclusioni sono abbastanza velleitarie, la voglia di vincere, però, è a mille.
Mister Bertozzi non dispone di alcuni elementi “pesanti”, Balletta, Pellegrino, Mamah, e schiera il nuovo gioiello, Simone Ricciardi, tesserato in settimana.
Il primo, vero pericolo lo corre Capacchione, l’estremo ospite, al 31′, che devia un tiro di De Paolis, servito dalla corsia di sinistra da Simone G.. Al 35′, la sequenza si ripete con gli stessi protagonisti, Capacchione mette in angolo. Vicinissimo al vantaggio, tuttavia, ci va il Real Zapponeta, al 40′, quando Valentino, il numero 10, colpisce il palo. Gli ospiti sono molto insidiosi; sale il nervosismo, ne fa le spese Di Gioia, fallo di reazione, al 42′, rosso diretto. I biancocelesti vanno al riposo, forse, un po’ preoccupati; molto preoccupati, invece, sono i tifosi, pensando a quell’uomo in meno.

Nella ripresa, il Real Zapponeta, in superiorità numerica, prova ad essere più incisivo; vuole strappare metri al Lucera Calcio, che non si fa intrappolare. I giocatori di Bertozzi, al contrario, riescono ad essere più fluidi e pompano un gioco più ficcante.
Così, al 6′, sulla corsia di sinistra, Ricciardi innesca Simone G., che entra in area e fa secco Capacchione sul secondo palo.
In effetti, qualcosa in campo è cambiata, ma a favore dei padroni di casa, che appaiono addirittura più freschi fisicamente. Al 14′, una ripartenza sospinge in velocità Santoro, il cui tiro si perde a lato. Il centravanti, al 18′, si inventa un colpo di testa basso, e in mischia, che fa capitolare ancora Capacchione. E’ il raddoppio e maggiore tranquillità per tutti, tranne che per gli ospiti, che perdono peso e determinazione. Infatti, al 24′, è De Rita ad andare alla conclusione, seppure imprecisa. Il Real Zapponeta ha un sussulto al 25′, quando Valentino, il numero 10, chiama in causa Curci che respinge il suo forte tiro, riprende da centro area l’altro Valentino, il numero 8, la palla è alta. Al 31′, Valentino, il numero 10, calcia una punizione lunga che sorvola la traversa, Curci assolutamente tranquillo; e tranquillo è tutto il Lucera Calcio. Non è tranquillo, invece, D’Onofrio che commette un brutto fallo, sanzionato col cartellino giallo, che si aggiunge ad un giallo precedente. D’Onofrio, sconsolato, guadagna gli spogliatoi. Parità numerica ristabilita.
Il Lucera Calcio gioca sul velluto, il Real Zapponeta appare stanco. Al 41′, De Rita, sull’ennesima ripartenza, tenta un pallonetto, ma il cuoio non si abbassa. Il centrocampista tenta ancora al 46′; Capacchione respinge. Il portiere gialloblu, al 48′, interviene in presa bassa su un ultimo tentativo di Simone G..
La partita si chiude; il Lucera Calcio, almeno in campo, torna a respirare a pieni polmoni l’aria della tranquillità; la convalescenza sembra finita, Mister Bertozzi ha saputo abilmente guidare i suoi giocatori durante l’inferiorità numerica. La partita è stata vinta nella testa.

Domenica, 19 gennaio, visita all’Audace Cagnano; mentre, in settimana giovedì, c’è il ritorno di Coppa Puglia con il Troia, al Comunale.

Lucera Calcio – Real Zapponeta 2-0
Reti
: Simone G., 6’st; Santoro, 18’st.

LUCERA Curci, Conticelli, Simone G., Ricciardi (46’st Giordano), Di Gioia, Bortone, Vigorito, De Nicola, Santoro (41’st Franchino), De Rita, De Paolis (19’st Rotondo). All.: Bertozzi.