Torna a farsi sentire Luigi De Laurentiis, presidente del Bari che, attraverso i microfoni della Gazzetta dello Sport, contesta la decisione dell’Assemblea di Lega Pro di adottare il merito sportivo come criterio per determinare la quarta promossa in B:

“Provo fastidio più che rabbia, per la proposta di un criterio poco affine alla situazione imprevedibile che abbiamo dovuto affrontare, un criterio che non possiamo ritenere accettabile. Mi auguro che prevalga il principio fondante dello sport, il campo è giudice supremo. Lo diciamo da sempre, non vogliamo favori o sfruttare situazioni, vorremmo guadagnarci sul campo la promozione e i segnali sono tutti tesi alla ripresa dei campionati”.