Mutualità, accolto il ricorso del Foggia: recuperati 2 milioni di euro

211

Il ricorso fa riferimento al provvedimento adottato durante l’Assemblea di Lega B dello scorso 5 giugno, che escluse il Foggia dalla ripartizione dei contributi di mutualità.

Buone notizie per il Foggia Calcio: il Tribunale Federale avrebbe accolto il ricorso della società rossonera – difea dagli avvocati Catricalà e Fischetti – contro l’esclusione della stessa dai contributi di mutualità. Recuperati così circa 2 milioni di euro. Si attende ufficialità.

Il ricorso fa riferimento al provvedimento adottato durante l’Assemblea di Lega B dello scorso 5 giugno, che escluse il Foggia dalla ripartizione dei contributi di mutualità. La decisione arrivò a causa del mancato versamento entro il 22 gennaio della fideiussione (bloccata dopo l’arresto di Fedele Sannella) a garanzia dello sforamento del tetto salariale per il mercato invernale. La fideiussione fu poi versata nel mese di maggio, circostanza che, malgrado il Foggia non avesse mai ritardato un pagamento, ha indotto 13 club di serie B (su 21 totali) a votare a favore dell’esclusione del Foggia.

Il ricorso fa riferimento al provvedimento adottato durante l’Assemblea di Lega B dello scorso 5 giugno, che escluse il Foggia dalla ripartizione dei contributi di mutualità. La decisione arrivò a causa del mancato versamento entro il 22 gennaio della fideiussione (bloccata dopo l’arresto di Fedele Sannella) a garanzia dello sforamento del tetto salariale per il mercato invernale. La fideiussione fu poi versata nel mese di maggio, circostanza che, malgrado il Foggia non avesse mai ritardato un pagamento, ha indotto 13 club di serie B (su 21 totali) a votare a favore dell’esclusione del Foggia.

Il ricorso fa riferimento al provvedimento adottato durante l’Assemblea di Lega B dello scorso 5 giugno, che escluse il Foggia dalla ripartizione dei contributi di mutualità. La decisione arrivò a causa del mancato versamento entro il 22 gennaio della fideiussione (bloccata dopo l’arresto di Fedele Sannella) a garanzia dello sforamento del tetto salariale per il mercato invernale. La fideiussione fu poi versata nel mese di maggio, circostanza che, malgrado il Foggia non avesse mai ritardato un pagamento, ha indotto 13 club di serie B (su 21 totali) a votare a favore dell’esclusione del Foggia.

Il ricorso fa riferimento al provvedimento adottato durante l’Assemblea di Lega B dello scorso 5 giugno, che escluse il Foggia dalla ripartizione dei contributi di mutualità. La decisione arrivò a causa del mancato versamento entro il 22 gennaio della fideiussione (bloccata dopo l’arresto di Fedele Sannella) a garanzia dello sforamento del tetto salariale per il mercato invernale. La fideiussione fu poi versata nel mese di maggio, circostanza che, malgrado il Foggia non avesse mai ritardato un pagamento, ha indotto 13 club di serie B (su 21 totali) a votare a favore dell’esclusione del Foggia.