Spettacolo, tanti gol, tre punti d’oro e la certezza di esseri belli per i ragazzi di Trocini che sfilano di fronte al proprio pubblico mostrando muscoli e qualità alla Vibonese di Modica nella 9^ giornata del Girone C del Campionato di serie C.

In casa Virtus bisogna archiviare subito la sconfitta subita a Monopoli in Coppa Italia e le due in campionato con Ternana e Catanzaro. Gli ipponici invece arrivano all’incontro del “Giovanni Paolo II” sulle ali dell’entusiasmo dopo tre risultati utili ma basta un tempo ai brindisini per metterli in ginocchio e spegnere ogni loro velleità.

Sfida tra bomber: Perez e Vazquez da una parte e Bubas dall’altra, il 3-5-2 di Trocini contro l’ampio 4-3-3 di Madona.

A stappare la gara come una bottiglia di champagne è Caporale che dopo un quarto d’ora impatta di testa la sfera su calcio d’angolo e via alle bollicine; dopo appena un minuto Perez sfoggia un numero dei suoi, manda fuori strada un difensore e batte il portiere.

Nessuna reazione degli ospiti e al 28° il bomber di Mesagne servito da Albertini porta a tre i gol.

Vibonese tramortita, ci prova solo Bubas in due occasioni, prima al 29° ma Poluzzi è attento e poi al 38° ma la palla si alza sopra la traversa; la è gara praticamente chiusa ma le emozioni continuano nel secondo tempo.

Al 54° Vazquez calcia dal limite, Greco si salva in angolo; sugli sviluppi Prezioso tocca con la mano e per l’arbitro è rigore. Lo batte Perez, Greco ribatte ma non è la sua giornata fortunata perché arriva Albertini e la mette dentro per il poker. E non è ancora finita, per la Vibonese diventa un pomeriggio terrificante e al 60° Vazquez disegna la “manita”, 5-0.

Scatto d’orgoglio della Vibonese che cerca un soffio di vento per muovere almeno la bandiera e lo trova grazie a due calci di rigore: uno al 67° per un fallo di Bovo su Prezioso e l’altro al 79° lo provoca Nunzella su Ciotti, in entrambi i casi realizza Tito.

Potrebbe bastare anche così… ma i padroni di casa sono affamati e cercano il risultato tennistico che si realizza nel primo minuto di recupero con Bovo che di sinistro fa passare i titoli di coda su un pomeriggio da incorniciare per la società del Presidente Antonio Magrì che mette la freccia e supera la Vibonese e si posiziona nella casella dei 12 punti; nel prossimo turno affronterà in trasferta l’AZ Picerno.
Virtus Francavilla Calcio-Vibonese 6-2
Reti:
 15’pt Caporale, 16’pt, 27’pt Perez, 12’st Albertini, 15’st Vazquez, 46’st Bovo (VF) 23’st rig., 34’st rig Tito (VI)

Virtus Francavilla Calcio: Poluzzi (29’st Costa), Zenuni, Tiritiello, Gigliotti (14’st Bovo), Vazquez, Perez (29’st Di Cosmo), Delvino, Albertini, Caporale, Sparandeo (29’st Nunzella), Tchetchoua (45’pt Mastropietro). A disp: Sottoriva, Carella, Marino, Puntoriere, Marozzi, Calcagno, Miccoli. All. Trocini

Vibonese: Greco, Tito, Rezzi (1’st Maniscalchi), Allegretti (10’st Bernardotto), Ciotti, Tumbarello (24’st Pugliese), Bubas (10’st Emmausso), Altobello, Redolfi, Peterman (40’st Mahrous), Prezioso. A disp: Mengoni, Del Col, Prezzabile, Napolitano, Taurino, Gualtieri. All. Modica

Arbitro: Paolo Bitonti di Bologna (Giuseppe Di Giacinto di Teramo-Giulio Basile di Chieti)
Note: Ammoniti: Gigliotti (VF) Peterman, Tumbarello (VI)
Recupero: 3’pt, 4’st