Non è bastato aver offerto una prestazione davvero positiva alla Virtus Andria che vince nel return match dei sedicesimi di Coppa Puglia ma a passare il turno è il Borgorosso Molfetta.

Nella gara d’andata disputata al “Paolo Poli” si erano imposti gli uomini allenati da mister Leonino per 5-3.

Piove sulla città federiciano murgiana, il “Fidelis” attiva le sue trappole sotto forma di insidie fatte da pozzanghere ma tutto sommato il match è bello e avvincente.

Mister Sinisi per la Virtus deve fare la conta degli indisponibili, in campo va una formazione sperimentale con molte seconde linee e ragazzi della Juniores.

Esordio dal primo minuto per il nuovo innesto Giuseppe Addario difensore centrale classe ’99 ex Unione Calcio Bisceglie, dentro nell’undici titolare anche gli juniores Di Palo e Vincenzo Montrone oltre al portiere Michele Mancino all’esordio stagionale.

Leonino può contare su qualche seconda linea ma anche su molti titolari ad eccezione di Cubaj e Paparella in panchina, dal primo minuto c’è il neo acquisto Digiovinazzo, preso dal Canosa.

Il match nel primo tempo è equilibrato ma non ci sono occasioni degne di nota.

Nella ripresa ci prova subito la squadra biancoazzurra al 51’ con un’azione orchestrata da sinistra da Cipri che mette in mezzo un pallone sulla quale per poco non arriva Domenico Amorese appostato sotto porta.

Un minuto dopo è prodigioso l’intervento del portiere di casa Mancino che respinge la conclusione di Campanale.

Al minuto 64 la Virtus Andria passa in vantaggio grazie alla rete di Claudio Nesta che mette dentro sotto porta una respinta del portiere ospite La Fortezza dopo una conclusione di Cipri.

Vantaggio andriese e Borgorosso che non ci sta e un minuto dopo è bravo ancora Mancino a respingere e deviare la conclusione di Digiovinazzo.

Al 82’ ancora Mancino protagonista quando dice di no al potente destro scagliato da Piccinni.

La Virtus però gioca bene e mostra i denti andando vicina al raddoppio e quindi al gol qualificazione con Nesta al 84’, il suo destro colpisce la traversa e poi la sfera termina alta.

Ma al 91’ su azione di contropiede il Borgorosso pareggia con Digiovinazzo che si destreggia bene in area e batte Mancino.

La Virtus vista quest’oggi non molla mai e al 93’ torna in vantaggio grazie ad un destro potente di Vincenzo Gadaleta.

Ma non basta per la qualificazione ai biancoazzurri che avrebbero a questo punto dovuto segnare un’altra rete.

Termina 2-1 per la Virtus Andria che non ottiene la qualificazione agli ottavi di Coppa Puglia ma da questa gara esce rinfrancata.

Mister Sinisi può essere soddisfatto dei suoi, pur in formazione largamente rimaneggiata i biancoazzurri hanno offerto una prova davvero encomiabile e dimostrato tanto impegno, mettendo in mostra i vivaci ragazzi della Juniores che si sono comportati egregiamente.

Il Borgorosso avanza ai quarti ma col brivido e senza impressionare.

Domenica prossima per la tredicesima giornata del campionato di Prima Categoria girone A, importante sfida interna al “Fidelis” per la Virtus che affronterà il Foggia Incedit mentre la compagine molfettese sarà di scena a Stornarella in una sfida che profuma di playoff.

 

 

VIRTUS ANDRIA v BORGOROSSO MOLFETTA 2-1

 

VIRTUS ANDRIA: Mancino, Di Palma, Di Palo (58’ Capurso), Nesta, G. Addario, Montrone, F. Amorese (83’ Di Bari), D. Amorese (68’ Atzori), Gadaleta, Cipri (90’ Capogna), Erminio.

A disposizione: Simone, Lorusso, Nicolamarino. All. Cosimo Sinisi

 

BORGOROSSO MOLFETTA: La Fortezza, Messina, Zingaro, D’Ambrosio, Monopoli (26’ De Palma), Digiovinazzo, Colasanto, Lucarelli, Piccinni, G. Guadagno, Campanale (54’ Grilli).

A disposizione: Paparella, I. Guadagno, Cubaj. All. Cosimo Leonino

 

ARBITRO: Francesco Paolo Laluce della sezione di Barletta

 

MARCATORI: 64’ Nesta (VA), 91’ Digiovinazzo (BM), 93’ Gadaleta (VA)

 

NOTE: ammoniti Cipri, G. Addario, Gadaleta, Atzori (VA), De Palma (BM)

 

 

Alessandro Polichetti