Ci sono tante recriminazioni per il Fasano in questa prima trasferta del Fasano nel 2019. I biancazzurri escono sconfitti 3-2 da Vallo della Lucania, dopo esser passati in vantaggio con gol di Ganci.

La novità inaspettata è l’out di Erminio Rullo, costretto a dare forfait per un attacco febbrile durante la notte. Per il resto, formazione quasi del tutto confermata con l’impiego di capitan Anglani e la panchina per Mambella, con il rientro di Diop. Pronti via e il Fasano passa in vantaggio con Facundo Ganci: tiro dal limite dell’area di rigore e palla che si insacca alle spalle del portiere di casa. I biancazzurri pressano e vanno anche vicinissimi al raddoppio con Ivan Forbes dopo dieci minuti: il portoghese si ritrova solo davanti al portiere di casa, ma fallisce clamorosamente. E la dura legge del gol si fa valere anche oggi: Uliano pareggia i conti al 17′ con un bolide su calcio di punizione. Al 25′ palla rasoterra pericolosissima messa in mezzo dalla Gelbison, con la difesa biancazzurra che riesce a liberare. La Gelbison ci crede e va vicina al gol al 35′ con Passaro sugli sviluppi di un calcio d’angolo e poi con Merkaj, al 40′, con tiro parato da Guarnieri. Nel finale di tempo accade l’irreparabile: campani due volte in gol in un minuto, prima con Mejeri e poi con Rossi e primo tempo che si chiude sul 3-1.

Il secondo tempo si apre con una tegola che si abbatte sul Fasano: Leo Serri si fa male ed è costretto a lasciare il suo posto a Vincenzo Richella. Al 20′ si rivede il Fasano in avanti: cross di Forbes per Montaldi che però viene anticipato dal portiere in uscita. Poi è il palo a dire di no ai biancazzurri, ma a dieci minuti dal termine Anibal Montaldi accorcia su calcio di rigore. Nel finale pressing del Fasano ma la gara, tra tante recriminazioni e quattro minuti di recupero , finisce 3-2 per i campani.

Domenica prossima si tornerà a giocare in casa, con l’impegno contro la capolista Picerno.