Interrotta la serie positiva di 10 partite utili con la sconfitta rimediata a Cerignola, ora per il Nardò arriva il momento di ripartire. Il campionato entra nella fase decisiva e gli scontri diretti possono già essere decisivi nell’assetto della graduatoria finale.
Il Nardò deve rifarsi del pesante 1-3 subito in Val d’Agri all’andata e soprattutto affrontare i lucani con lo spirito giusto e la determinazione necessaria.
Foglia Manzillo potrà contare sui rientri di Spagnolo e Pantano mentre deve fare a meno dello squalificato Centonze.
Finamore, invece, dovrà colmare le assenze per squalifica di Donini (portiere under) e De Gol, entrambi espulsi nel concitato finale di Casarano culminato con un contestatissimo rigore.
Ed è proprio la polemica contro gli arbitraggi innescata dal presidente Petraglia che ha tenuto banco in settimana. Toni forse troppo tesi in un finale di campionato che si annuncia molto combattuto e che domenica dopo domenica coinvolge sempre più squadre nella lotta per la salvezza.
Ci sarà gran pubblico. Nardò risponde presente davanti alle sfide che valgono doppio.

Domenica 16 febbraio 2020
Stadio “Giovanni Paolo II” – Nardò
Inizio h. 15.00

AC NARDO’: Milli; Frisenda, Trinchera, Pantano, Stranieri, Natalucci; Danucci, Cancelli, Mengoli; Calemme, Camara,
Bench: Mirarco, Spagnolo, Colonna, Raia, Angelini, Calabrese, Trofo, Montaperto, Manfrellotti
Coach: Antonio Foglia Manzillo

GRUMENTUM VDA: Russo, Nbengue, Dubaz, Catinali, Carrieri, Pellegrini, Potenza, Cavaliere, De Luca, Agresta, Lobosco.
Bench: Pascale, Buoncore, Siani, Falco, Losavio, Visani, Martinez, De Stefano
Coach: Antonio Finamore.

Arbitro: Maurizio Barbiero, di Campobasso
Assistenti: Cristiano Pelosi di Ercolano e Ernesto Dell’Isola di Sapri

Andata: Grumentum VDA – AC Nardò 3-1