Mirco Antenucci, autore della rete del provvisorio vantaggio nel pareggio del Bari sulla Ternana, è intervenuto ai microfoni di RadioBari per commentare il passaggio in semifinale della formazione pugliese: 

“La partita è stata preparata bene – riporta TuttoBari.com – è normale che quando vai in campo alcune situazioni ti riescono altre meno. Avevamo l’incognita che non giocavamo da quattro mesi, non è semplice per chi fa calcio. La cosa più importante era passare il turno, giocando bene o male, soffrendo o non soffrendo. Avremmo preferito fare qualcosina in più, ma la Ternana veniva da quattro partite. Siamo stati bravi a soffrire e questo ci ha permesso di passare il turno. Carrarese? Dobbiamo studiarla, ma gioca un bel calcio con un bravo allenatore. Hanno grandi doti individuali, ma adesso riposiamo e da domani pensiamo a loro. Sarà una bella sfida. Rigore? Mi alleno a batterli, perché sono situazioni che accadono. Ci vuole concentrazione, freddezza. Non è semplice, ho sempre preso questa responsabilità. Son contento, adesso testa alla prossima gara. Condizione fisica? Le gambe sicuramente non giravano come giravano in campionato. E’ successo qualcosa fuori dal normale, al di fuori della normalità. Sono convinto che dalla prossima andrà meglio. Oggi abbiamo rotto il ghiaccio, soffrendo ma passando il turno con una grande voglia. Ci siamo tolti un grande ostacolo, la Ternana è una delle squadre più attrezzate. L’ha dimostrato durante il campionato, vincendo a Monopoli e oggi”.